martedì, 28 settembre 2021

Informazione dal 1999

Annunci, Eventi

Amsicora Olbia, concorso “Merito e solidarietà”: premiati 10 studenti

Premiati 10 studenti che hanno ottenuto i migliori voti all’Esame di Stato 2021

Amsicora Olbia, concorso “Merito e solidarietà”: premiati 10 studenti
Amsicora Olbia, concorso “Merito e solidarietà”: premiati 10 studenti
Olbia.it

Pubblicato il 06 luglio 2021 alle 11:23

condividi articolo:

Olbia. Si è svolta oggi presso l’auditorium della sede centrale dell’Istituto “Amsicora” di via Emilia ad Olbia, la premiazione del primo concorso “Merito e solidarietà”, promosso dagli “Amici della Polizia Olbia” e dall’Istituto “Amsicora”, in collaborazione con l’AVIS di Olbia. Il concorso è nato a seguito di una donazione alla scuola di una somma di denaro dall’associazione “Amici della Polizia Olbia” per l’attribuzione di assegni per merito in favore degli studenti “maturandi” delle sedi di Olbia dell’Istituto “Amsicora”, a seguito della quale si è pensato di coinvolgere l’AVIS di Olbia. A seguito della donazione, avvenuta il 27 Maggio 2021, si sono individuati i dieci alunni/donatori che hanno ottenuto i migliori voti all’Esame di Stato 2021: Axel Frabetti (agraria), Luca Manca (IPIA), Marco Rubicini (IPIA), Samuele Punzo (IPIA), Francesco Pitta (agraria), Giancarlo Taras (IPIA), Lorenzo Arru (IPIA), Corrado Cabiddu (agraria), Gabriele Meloni (agraria), Marco Murru (IPIA). In questo modo si è voluto sottolineare, insieme all’importanza del merito e dell’impegno nello studio tanto più in un anno scolastico difficile per effetto della pandemia da COVID-19, il grande valore di un semplice ma importantissimo gesto di gratuità e solidarietà.  Hanno premiato i dieci studenti vincitori il dirigente scolastico Gianluca Corda, il Presidente dell’associazione “Amici della polizia Olbia” Nino Crabolu, il presidente dell’AVIS locale Gavino Murrighile e il presidente onorario Agostino Chiaffitella. Presenti anche una delegazione dell’associazione Amici della Polizia Olbia e dei volontari ospedalieri dell’Avo. Particolare è stata la soddisfazione per aver appreso che quasi tutti i ragazzi, a pochi giorni dal diploma hanno già iniziato a lavorare.