Thursday, 28 September 2023

Informazione dal 1999

Politica

Ad Olbia successo firme per salario minimo, ma maggioranza in Regione lo boccia

"Maggioranza in consiglio regionale boccia il salario minimo"

Ad Olbia successo firme per salario minimo, ma maggioranza in Regione lo boccia
Ad Olbia successo firme per salario minimo, ma maggioranza in Regione lo boccia
Olbia.it

Pubblicato il 14 September 2023 alle 10:30

condividi articolo:

Olbia. Dopo la raccolta firme del m5s che si è tenuta ad Olbia lo scorso sabato ed ha avuto un grande successo, il tema importantissimo per migliaia di lavoratori è finito in consiglio regionale a Cagliari, ma con un esito ben diverso da quello sperato. “Oggi (ieri ndr) durante la discussione del collegato alla legge Finanziaria la maggioranza, e in particolare gli esponenti di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega, hanno bocciato l’ordine del giorno che ho presentato affinché la Regione Sardegna fosse parte attiva e sostenesse l’introduzione del salario minimo, una misura per la quale il Movimento 5 stelle si sta battendo a livello nazionale. Trovo assurdo - osserva Ciusa (M5s) - che il governo regionale della Sardegna abbia voltato le spalle ai tanti lavoratori sardi che, ancora oggi, devono accettare paghe da fame. Eppure, senza vergogna, e presumibilmente guidati da logiche di bandiera, i rappresentanti dei partiti di maggioranza hanno voltato le spalle ai lavoratori sardi per abbracciare la posizione del Governo Meloni che sta osteggiando l’introduzione del salario minimo denigrandolo”.

“L’introduzione del salario minimo rafforzerebbe la contrattazione collettiva e permetterebbe ai lavoratori di ottenere una retribuzione proporzionata alla qualità e alla quantità del proprio lavoro, come prescritto dalla Costituzione. Tuttavia, anche in una terra isolata e povera come la nostra, la maggioranza risponde a logiche distanti dalla realtà – conclude il consigliere - e non mette al primo posto la tutela dei lavoratori”.