Friday, 19 July 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca

Stintino, festival al museo della Tonnara

Al via “nessun dorma, sotto le stelle della lirica”

Stintino, festival al museo della Tonnara
Stintino, festival al museo della Tonnara
Olbia.it

Pubblicato il 16 June 2024 alle 08:00

condividi articolo:

Stintino. Un evento di musica lirica come uno scrigno capace di racchiudere più arti ed esprimerle nella prospettiva di turismo esperienziale in una delle località di mare tra le più rinomate dell’isola. Dal 20 al 27 giugno arriva al Museo della Tonnara di Stintino la prima edizione del festival “Nessun dorma… sotto le stelle della lirica, che animerà le serate di inizio estate sotto la direzione artistica di Irene Dore e Laura Cocco, proponendo concerti, masterclass, performance e presentazioni di libri. L’inizio degli spettacoli è previsto alle 21.30 con ingresso gratuito.
L’evento è organizzato dalle associazioni Ars Aurelia e Contrapunctum con il patrocinio del Comune di Stintino ed è inserito nel calendario del progetto Salude&Trigu della Camera di Commercio di Sassari.

Si parte il 20 giugno con il concerto lirico inaugurale “Quadri d’opera” che presenterà al pubblico un accurato assortimento di pezzi tra i più celebri e coinvolgenti tratti da “L’elisir d’amore” di Donizetti e dal “Così fan tutte” di Mozart. Il pubblico assisterà a uno spettacolo esilarante realizzato  da un gruppo di cantanti lirici selezionati tra le eccellenze dalle classi di alto perfezionamento del Conservatorio “Giuseppe Martucci” di Salerno, guidati dal maestro Grazia De Marco.
Dal 21 al 25 giugno, sarà organizzata una masterclass di alto perfezionamento dedicata a dieci partecipanti tra pianisti e cantanti, sotto la conduzione di un artista di fama mondiale qual è il Maestro Giulio Zappa. Zappa è primo pianista al ROF - Rossini Opera Festival di Pesaro (quest’anno capitale italiana della cultura) e segretario artistico del Teatro Donizetti di Bergamo e della Bottega Donizettiana.
Il 23 giugno andrà in scena “Ensemble de trombe”, il concerto finale della masterclass del maestro Andrea Lucchi, Prima Tromba dell’Orchestra Sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Il 25 giugno un nuovo concerto passionale e divertente dal titolo “Donne donne eterni Dei” regalerà al pubblico duetti e arie che rappresentano piccoli gioielli nascosti della storia della musica operistica. A esibirsi sul palcoscenico sarà una celebrità del settore, il soprano Paoletta Marroccu, protagonista nei teatri più celebri d’Italia e del mondo, sotto la conduzione di importi direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti e Riccardo Chailly. Al suo fianco la giovane mezzo soprano Marta Pluda, artista di origine bresciana innamorata della Sardegna, attualmente impegnata in produzioni prestigiose a livello internazionale.
Il 26 giugno alle 21.30 gli studenti della masterclass di alto perfezionamento di Giulio Zappa si esibiranno nel “Concerto lirico finale” regalando al pubblico momenti magici con le arie più famose del panorama operistico. I performer spazieranno tra i capolavori di Verdi, Rossini, Puccini, Donizetti e Bellini, coinvolgendo gli ascoltatori e appassionandoli con esibizioni di notevole livello artistico.

Il 27 giugno è il momento del concerto conclusivo “Bella Napoli”, per una serata magica all’insegna di arie celebrate e momenti di coinvolgimento senza precedenti grazie all’ensemble formata da un pianista, una trombettista e un tenore. Gli artisti sono Ernesto Pulignano, vice direttore del Conservatorio di Salerno e celebre pianista, Laura Cocco, una delle trombettiste sarde più richieste da orchestre di elevato prestigio e Mauro Secci, giovane e intraprendente tenore sardo. L’iniziativa gode della partecipazione dello scrittore Giovanni De Aurelio, dell’esperta in comunicazione dell’immagine Maria Letizia Contu e della psicologa Gabriella Piana.
L’ingresso è gratuito ma si raccomanda di prenotare il posto inviando una mail ad [email protected] o un messaggio whatsapp al numero +39 500 15 80 con scritto i nominativi dei partecipanti e la data interessata. Si consiglia di presentarsi all’ingresso del museo almeno venti minuti prima dell’inizio dello spettacolo.