Monday, 15 July 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca

Olbia, raccolta alimentare record per Libere Energie: aiutate più di 90 persone

Sono ventotto le famiglie con bambini che si rivolgono all'associazione

Olbia, raccolta alimentare record per Libere Energie: aiutate più di 90 persone
Olbia, raccolta alimentare record per Libere Energie: aiutate più di 90 persone
Giada Muresu

Pubblicato il 06 January 2022 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Si è conclusa con successo la due giorni di colletta alimentare tenutasi presso il Supermercato Eurospar via Veronese di GMF Commerciale: “che ringraziamo per averci offerto questa occasione e così poter riempire gli scaffali della nostra dispensa. Grazie ai 16 volontari che hanno messo a disposizione il loro tempo, adoperandosi con gentilezza e allegria nello svolgimento del loro compito. Infine grazie di cuore alle centinaia di concittadini che hanno dimostrato la loro generosità e rinnovata l’idea che abbiamo, di una Olbia sempre solidale” queste le parole di Ginetto Mattana, storico responsabile dell’associazione Libere Energie.

L'Associazione Libere Energie è una onlus che nasce a Olbia nel 2010, con la finalità di operare a 360 gradi a favore di quello stato della società più debole che oggi viene chiamato estreme povertà, una denominazione che abbraccia diverse tipologie: famiglie italiane e straniere che vivono sotto la soglia della povertà (a volte sfiora l’indigenza), Persone senza dimora (Psd), profughi e rifugiati. Libere Energie ripone una particolare attenzione al collettivo dei senzatetto, che tra tutte le categorie può essere considerata tra le più svantaggiate.

Grazie alla generosità degli olbiesi, Libere Energie è riuscita a riempire i propri scaffali nel periodo più nero dell’anno, l’inverno: “non abbiamo fatto conteggi della merce raccolta, ma siamo davvero soddisfatti e contenti perché c’è stata grandissima partecipazione; abbiamo raccolto prodotti che per uno o due mesi riusciranno ad aiutare le famiglie ed i senzatetto che si rivolgono a noi. Questa raccolta arriva in un momento importante, perché proprio i mesi di gennaio e febbraio sono quelli più duri per molti, mentre già da marzo-aprile qualcuno riesce a tornare a lavorare; abbiamo già preparato i pacchi per molti di loro e la cosa bella è che siamo riusciti a raccogliere anche molti prodotti per la prima infanzia, di cui c’è sempre carenza. Pannolini, pappe, omogeneizzati, latte in polvere sono tutti prodotti che costano tanto e che mancano alle famiglie; durante questi due giorni ne sono stati donati tanti. Noi abbiamo cercato di indirizzare un po’ i donatori, chiedendo anche detersivi e prodotti per l’igiene personale. Abbiamo riempito gli scaffali riuscendo a fare pacchi abbondanti; noi abbiamo un database di oltre 90 persone, senza contare i senzatetto, ma quando non ci sono sufficienti donazioni siamo costretti a restringere il cerchio. Oggi invece abbiamo potuto pensare a tutti” racconta Mattana.

Olbia si conferma ancora una volta pronta alla chiamata della solidarietà, sin dalla fascia più giovane: “mi ha colpito molto la donazione fatta da due ragazzini, di nemmeno dodici anni, che hanno chiesto ai volontari informazioni sulla raccolta, sono entrati nel supermercato e ci hanno donato due pacchi di biscotti; un vero atto di generosità che mi ha emozionato perché non pilotato ma genuino. Sono ventotto le famiglie con bambini che seguiamo e che potremo aiutare in questi mesi, questo ci rende molto contenti, anche perché ci sono situazioni che richiedono molto aiuto e non ce la si può cavare con un paio di buste di spesa al mese, soprattutto quando ci sono minori” conclude il presidente di Libere Energie.