martedì, 26 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia, l'asilo del Cipnes è stato attivato

Olbia, l'asilo del Cipnes è stato attivato
Olbia, l'asilo del Cipnes è stato attivato
Angela Galiberti

Pubblicato il 31 marzo 2014 alle 11:33

condividi articolo:

sanguinetti-nizzi Olbia, 31 Marzo 2014 - Se c'è una cosa che favorisce l'occupazione femminile è l'asilo nido, specie se pubblico e se ubicato all'interno delle aree produttive. Da qualche settimana la Zona Industriale di Olbia può vantare il suo asilo. Dedicato ai chi lavora in Zona Industriale, ma aperto a tutti i cittadini olbiesi, l'asilo della Zona Industriale è un progetto targato Consorzio Industriale Provinciale del Nord-Est Sardegna. Inizialmente, il progetto prevedeva la costruzione di una nuova struttura all'interno dell'agglomerato produttivo, ma i costi eccessivi hanno portato il Cipnes a fare un passo indietro. "Abbiamo deciso di fare un piccolo passo indietro per la nuova struttura. - ha detto il presidente Cipnes, Settimo Nizzi - Il progetto c'è ancora ed è in piedi, ma abbiamo preferito rallentare sia per una questione di risparmio, sia per fare ulteriori verifiche sul rischio idrogeologico. Dopo l'alluvione è il minimo che si possa fare. Così abbiamo deciso di sfruttare questa struttura, che è nostra. L'abbiamo messa a norma e l'abbiamo aperta. Adesso abbiamo 25 bambini nel nido, ma ne potremo ospitare altri. Al momento la retta non copre totalmente i costi di gestione. Siamo sotto di 100mila euro, ma a regime contiamo di andare in pareggio". La struttura è quella che fino a poco tempo fa ospitava gli uffici della Camera di Commercio e che si affaccia sulla strada provinciale. L'edificio, molto luminoso, è dotato di tutti i comfort possibili ed immaginabili, in più può vantare anche un ampio giardino dove i bambini possono liberamente giocare e rotolarsi nell'erba. L'asilo si chiama "I folletti di Kines" e fornisce i seguenti servizi: asilo nido 3/36 mesi, scuola dell'infanzia 3/6 anni, dopo scuola 6/14 anni, apertura dalle 7:30 alle 18:30. Al momento i pasti sono garantiti da un servizio catering, ma l'obiettivo è quello di avere una mensa dedicata ai piccoli ospiti.