sabato, 03 dicembre 2022

Informazione dal 1999

Economia, News

Olbia: al museo il ruolo della Zona economica speciale (Zes)

Aperto alle imprese del territorio

Olbia: al museo il ruolo della Zona economica speciale (Zes)
Olbia: al museo il ruolo della Zona economica speciale (Zes)
Olbia.it

Pubblicato il 17 novembre 2022 alle 16:57

condividi articolo:

Olbia. Il ruolo della Zona economica speciale (Zes) per lo sviluppo e il potenziamento del sistema produttivo di Olbia e della Gallura è il tema del convegno che si terrà il 21 novembre, alle ore 11, al Museo Archeologico di Olbia.

È organizzato dal Cipnes Gallura insieme al Commissario straordinario della Zes della Sardegna, al Comune di Olbia, all’Autorità di sistema portuale del Mare di Sardegna e all’Ordine dei Dottori commercialisti di Olbia Tempio.

Si legge nella nota stampa del Consorzio Industriale Provinciale nord est Sardegna: "Aperto alle imprese del territorio, al convegno interverrà Aldo Cadau, Commissario straordinario della Zes, il quale illustrerà la missione della Zona economica speciale, i suoi vantaggi amministrativi e fiscali per le imprese, l’iter burocratico da seguire per ottenere le agevolazioni. Il Commissario fornirà risposte anche a eventuali quesiti specifici posti dagli imprenditori. Saranno presenti altri relatori che forniranno ulteriori informazioni sulle Zes".

Prosegue la nota: "La Zona economica speciale prevede a favore degli investitori - per nuovi progetti o per imprese già operative purché procedano ad avviare una nuova e incrementale attività da cui discenda la creazione di nuovi posti di lavoro - la riduzione del 50% dell’Ires e un credito di imposta fino a 100 milioni. L’obiettivo strategico del Cipnes Gallura è quello di presentare nella sua completezza il nuovo strumento a disposizione del sistema imprenditoriale".

"Le aree Zes della Gallura sono pari a 180 ettari, di cui 150 nel distretto produttivo consortile di Olbia del Cipnes Gallura. Oltre ai 150 ettari, il Cipnes ha pubblicato un avviso pubblico per recuperare altre aree da sottoporre al Commissario straordinario per farle includere nel perimetro Zes. Si tratta di un invito agli investitori a presentare progetti di nuovi investimenti per recuperare i loro capannoni inutilizzati e attualmente esclusi dalla perimetrazione della Zes; possono farlo da soli o con nuovi partner industriali", conclude la nota.