Sunday, 23 June 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca

Arzachena, Estate in Fiore: futuro del parco Fluviale Saloni Lu Mulinu

Il programma

Arzachena, Estate in Fiore: futuro del parco Fluviale Saloni Lu Mulinu
Arzachena, Estate in Fiore: futuro del parco Fluviale Saloni Lu Mulinu
Olbia.it

Pubblicato il 18 September 2023 alle 15:10

condividi articolo:

Arzachena. Dal 22 al 24 settembre 2023, il Comune di Arzachena organizza la IX edizione di Estate in Fiore dedicata ad “Acqua e biodiversità, il futuro delle zone umide dello stagno di Saloni e del rio San Giovanni”, tema che sarà al centro della tavola rotonda della prima giornata, quella improntata alla divulgazione tecnico-scientifica.

L’appuntamento è organizzato dal Comune di Arzachena ed è in programma venerdì 22 settembre, alle 17, in piazza Risorgimento con la formula del talk. Sarà un confronto a 360 gradi con esperti per discutere del futuro del turismo in chiave sostenibile in vista della valorizzazione di risorse naturalistiche le cui potenzialità sono ancora poco conosciute. “Ogni anno la manifestazione Estate in Fiore è dedicata a un tema specifico. Questa edizione è incentrata sulla zona umida dello stagno di Saloni e della foce del rio San Giovanni.

Qui, il Comune di Arzachena investe in progetti di sviluppo per la realizzazione di un parco fluviale, partendo da 5 ettari di terreno confiscati alla mafia sul mare Cannigione fino ad arrivare all’entroterra di Arzachena, dove sorge il vecchio mulino in pietra sul fiume - spiega il sindaco Roberto Ragnedda -. Vogliamo sensibilizzare il pubblico e le istituzioni sul ruolo che questa risorsa ha per la nostra destinazione in termini di sviluppo turistico sostenibile e di tutela della biodiversità. Per questo coinvolgiamo le scuole, esperti di settore e l’istituzione regionale, affinché il tema venga affrontato a più livelli per facilitare l’implementazione del progetto con il pieno sostegno della comunità”.

Il programma avrà il via alle 9 con l’escursione allo stagno di Saloni e alla foce del rio San Giovanni delle classi quarte delle primarie degli Istituti tecnici comprensivi 1 e 2 di Arzachena e a cui prenderà parte anche Marco Porcu, assessore all’Ambiente della Regione Sardegna. Le attività di divulgazione e coinvolgimento degli alunni saranno a cura della ex docente, naturalista e scrittrice, Marina Pala, che condusse i primi studi sullo stagno di Saloni insieme ai suoi alunni circa 25 anni fa a cui seguì, nel 2001, la pubblicazione del libro “Lo stagno di Saloni. Un gioiello naturale alle spalle della Costa Smeralda”.

Alle 17, oltre al sindaco Roberto Ragnedda e al delegato all’Ambiente Michele Occhioni del Comune di Arzachena, che apriranno i lavori, interverranno alla tavola rotonda: Marco Atzeni, agronomo progettista del parco fluviale Saloni - Lu Mulinu per l’illustrazione delle tavole tecniche che spiegano quali interventi sono stati previsti nell’intera area e come potrà essere fruita da turisti e residenti; Luigi Sanciu, geologo che illustrerà la formazione geologica della zona umida e la geodiversità che la caratterizza; Egidio Trainito, ricercatore presso il Genoa Marine Centre, Stazione Zoologica Anton Dohrn, Istituto Nazionale di Biologia, Ecologia e Biotecnologie Marine di Genova, che affronterà l’argomento “Convivenza con la specie “aliena” granchio blu. Risorsa o minaccia per le nostre zone umide?”.

Per analizzare le potenzialità dell’area naturalistica in chiave turistica sarà, invece, l’assessore al Turismo del Comune di Arzachena, Claudia Giagoni, ad avviare l’argomento “Zone umide: da risorsa ambientale ad attrazione turistica” che sarà sviluppato da Giacomo Del Chiappa, professore associato di Marketing e Management dell’Università di Sassari, ricercatore presso la School of Tourism & Hospitality dell’Università di Johannesburg. COMUNE DI ARZACHENA Ufficio Comunicazione Istituzionale ESTATE IN FIORE. L’OBIETTIVO L’evento dedicato all’ambiente e al turismo sostenibile è stato ideato dal Comune di Arzachena come momento culmine delle campagne di comunicazione ambientale condotte nell’anno e coinvolge il pubblico in momenti di approfondimento e di intrattenimento, che si alternano nella 3 giorni per sensibilizzare grandi e piccoli al rispetto della natura e del decoro urbano con diversi strumenti.

ESTATE IN FIORE. I PARTNER Le 7 le aziende florovivaistiche che rivoluzioneranno l’immagine del vecchio quartiere sono Evergreen, Prato Verde, Tecnoverde Garden, Sgaravatti Land Consortile, Alberghina Verde Ambiente, Garden Center Costa Smeralda e Isola Verde Giardini. L’allestimento è a cura di Enjoy Communication. Collaborano anche la municipalizzata Ge.se.co. Arzachena surl, la S.c.e.a.s. gestore del servizio di igiene urbana, Pirina Legnami, l’associazione Artechepassione, l’istituto professionale alberghiero Ipsar Costa Smeralda e il presidio gallurese di Slow Food.

ESTATE IN FIORE. IL PROGRAMMA Dopo il taglio del nastro alle 12 di venerdì 22 settembre, sono in calendario: mercato in fiore con artigianato e oggettistica naturale, prodotti di aromaterapia e fitoterapia, cosmetica naturale e l’agroalimentare biologico del presidio Slow Food Gallura; laboratori creativi per bambini; workshop per adulti in cui imparare a preparare cosmetici naturali o tingere i tessuti, conoscere la lavorazione del miele o la trasformazione dello zafferano; picnic con la distribuzione di cestini e gadget; concorsi Vetrina in fiore (per commercianti), Balcone fiorito (per cittadini) ed Estate in fiore 2023 (per florovivaisti); l’esibizione di Moses Concas e l’estemporanea “Pittori in centro storico” organizzata dall’associazione Artechepassione. Il programma completo su www.comunearzachena.it e www.arzachenaturismo.com.

Aggiornamenti quotidiani sulla pagina Facebook Estate in Fiore.