sabato, 15 maggio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Sardegna, lotta contro il cancro: stanziati 163.000 euro da Fondazione AIRC e FIRC

Il 4 febbraio per la  Giornata Mondiale contro il Cancro torna la campagna delle Arance della Salute a sostegno della ricerca

Sardegna, lotta contro il cancro: stanziati 163.000 euro da Fondazione AIRC e FIRC
Sardegna, lotta contro il cancro: stanziati 163.000 euro da Fondazione AIRC e FIRC
Olbia.it

Pubblicato il 01 febbraio 2021 alle 10:09

condividi articolo:

Cagliari. Il cancro purtroppo rimane un'emergenza a livello mondiale che non consente di abbassare la guardia nella ricerca, e nella prevenzione.

In queste settimane Fondazione AIRC e FIRC hanno messo a disposizione 125 milioni 260 mila euro per progetti e programmi di ricerca per la messa a punto di metodi per diagnosi sempre più precoci e di trattamenti più efficaci e mirati per tutti i tipi di cancro. Un sostegno importante che permette di mantenere l’impegno con la comunità scientifica oncologica, anche in piena emergenza Covid-19, con il supporto a 622 progetti di ricerca, 71 borse di studio e 22 programmi speciali.

Fondazione AIRC e FIRC si confermano come il primo polo privato di finanziamento della ricerca indipendente sul cancro in Italia con una squadra di oltre 5 mila ricercatori, il 61% donne e il 51% con meno di 40 anni, la cui attività si svolge prevalentemente in strutture pubbliche, laboratori di università, ospedali e istituzioni scientifiche.

Per la Sardegna in particolare sono stati deliberati 163.000 euro per il sostegno di un progetto di ricerca*. Un risultato reso possibile anche grazie alle iniziative del Comitato Sardegna Fondazione AIRC, presieduto da Pietro Biggio, attivo dal 1991 per organizzare e promuovere ogni anno numerosi appuntamenti di raccolta fondi che si affiancano alle campagne nazionali di AIRC.

Il cancro resta un‘emergenza a livello mondiale, ricercatori e medici non possono permettersi battute d’arresto: in Italia solo lo scorso anno il cancro ha causato più del 25% dei decessi totali e si sono registrate circa 377.000 nuove diagnosi, più di 1.000 al giorno.

Per garantire continuità al lavoro degli scienziati torna lo storico appuntamento con la campagna delle Arance della Salute che, dall’1 al 14 febbraio, rinnova il format e può contare sull’impegno corale di volontari, studenti, insegnanti e marchi della Grande Distribuzione.

Da lunedì 1 febbraio i Comitati Regionali e i volontari della Fondazione distribuiscono su richiesta marmellata d’arancia (vasetto da 250 grammi, donazione minima 6 euro) e miele di fiori d’arancio (confezione da 500 grammi, donazione minima 7 euro), insieme alla speciale guida AIRC con preziose informazioni sulla prevenzione. Anche il mondo della scuola risponde “presente” all’appello di AIRC, nonostante le difficoltà legate alla pandemia. Sono 22 gli Istituti Scolastici sardi che hanno scelto di partecipare a 'Cancro io ti boccio'*, il progetto che promuove presso alunni e insegnanti le conoscenze sugli stili di vita salutari e il valore della ricerca scientifica. (*Compatibilmente con le indicazioni del DPCM)

Da giovedì 4 febbraio, in occasione della Giornata Mondiale contro il Cancro, scendono in campo le insegne della grande distribuzione e della distribuzione organizzata con le Arance rosse per la Ricerca disponibili, fino a esaurimento, in oltre 6 mila punti vendita. Le aziende aderenti doneranno 50 centesimi di Euro ad AIRC per ogni reticella venduta. Nell’anno in cui i volontari AIRC non potranno essere in piazza a causa della pandemia sarà possibile quindi continuare a dare forza alla ricerca con le arance rosse della Grande Distribuzione.

In Sardegna hanno aderito: Carrefour, Carrefour Express, Carrefour Market, Coop, Pan e Vicino a te.