lunedì, 12 aprile 2021

Informazione dal 1999

Olbiachefu

Olbia: l'ultimo commosso saluto alla storica maestra Giovanna Fiorentino

Si sono svolti oggi i funerali della maestra Giovanna Fiorentino vedova Roccaforte

Olbia: l'ultimo commosso saluto alla storica maestra Giovanna Fiorentino
Olbia: l'ultimo commosso saluto alla storica maestra Giovanna Fiorentino
Patrizia Anziani

Pubblicato il 01 febbraio 2021 alle 21:09

condividi articolo:

Olbia. Si sono celebrati questo pomeriggio, a Olbia, nella chiesa di San Paolo Apostolo, i funerali della storica maestra Giovanna Fiorentino Roych, vedova Roccaforte, scomparsa ieri dopo breve malattia all'età di 91 anni. La comunità olbiese l'ha salutata per l'ultima volta nella sua amata parrocchia.  Donna molto devota, aveva una fede d'acciaio così come il suo carattere.  Maestra preparata, esigente, mente fina, nel corso dei suoi 45 anni di onorato servizio - che le sono valsi una Medaglia d'Oro conferita dal Presidente della Repubblica -  ha insegnato a leggere e a scrivere ed ha preparato alla vita generazioni e generazioni di alunni olbiesi. Ma la vita trascorsa dietro la cattedra nel Palazzo Scolastico di Corso Umberto, oggi sede degli uffici del Comune di Olbia, non le aveva tolto la voglia di studiare, imparare sempre qualcosa di nuovo, con curiosa attenzione e passione, specie quando si trattava di conoscere nuove scoperte sulla sua amatissima città e del suo mare, cui era legata da un affetto profondo e viscerale,  così come ha ricordato con profonda stima e affetto il biologo Benedetto Cristo con cui aveva una lunga amicizia di famiglia: "Olbia perde una donna speciale e affettuosa.  Non ho avuto il piacere di averla come maestra, ma ho avuto il piacere di fare con lei delle lunghe e costruttive chiacchierate sulla storia del Golfo di Olbia, che lei conosceva profondamente. Esperta nuotatrice fin da giovane, voleva sempre rimanere informata sulle utime scoperte di biologia marina riguardanti il nostro golfo".  Ma Giovanna Fiorentino era stata anche un'importante testimone dei bombardamenti su Olbia durante Seconda Guerra Mondiale. In tanti ricordano ancora il suo racconto di quei terribili avvenimenti che segnarono profondamente la storia della città, durante la serata "Olbia sotto le bombe", organizzata al Circolo Nautico di Olbia dall'amato nipote Fabio Fiorentino insieme all'archeologo Marco Agostino Amucano nel maggio 2013. Momenti che non ha mai dimenticato, così come i tanti aneddoti sui suoi alunni, i personaggi e i luoghi della città. "Con lei se ne va via un pezzo di cuore di Olbia" ha ricordato l'85enne Francesco Anziani, anche lui nato in quella Terranova che gli ha visti fin dalla gioventù tra i veri appassionati di mare e nuotate.

 

La maestra Fiorentino non lascia solo quattro figli e nipoti, ma lascia un piccolo esercito di alunni olbiesi suoi "figli adottivi di scuola", molti dei quali ha continuato a seguire con affetto anche dopo il compimento del ciclo di studi. Perché quando si nasce maestre ogni alunno in fondo è come un figlio. Addio maestra Fiorentino, la città di Olbia e gli olbiesi ti salutano e ti ricorderanno sempre con gratitudine.