sabato, 23 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia, a rischio lo storico Mercatino del Libro

Olbia, a rischio lo storico Mercatino del Libro
Olbia, a rischio lo storico Mercatino del Libro
Angela Galiberti

Pubblicato il 01 settembre 2013 alle 12:46

condividi articolo:

Olbia - Alla vigilia di ogni anno scolastico, le famiglie e gli studenti olbiesi potevano contare su un'unica certezza riguardo il pazzo mondo dei libri destinati alla scuola: il "Mercatino del Libro". Da ben 32 anni, il Mercatino del Libro garantisce alle famiglie di Olbia un cospicuo risparmio sulle spese destinate ai materiali didattici. Una vera manna dal cielo che, in 32 anni, ha aiutato migliaia di studenti a recuperare libri indispensabili a un prezzo decisamente invitante. Di conseguenza, in un periodo di crisi come questo, il mercatino è molto più che atteso dalle famiglie olbiesi. Peccato che l'edizione 2013 è molto più che a rischio. A segnalarlo sono gli stessi organizzatori sulla loro pagina Facebook. La manifestazione, organizzata da Avsi Point e Gioventù Studentesca, molto probabilmente non si svolgerà per mancanza di un locale idoneo. Nel tempo, il mercatino è stato ospitato in diverse sedi. Negli anni '90, il Mercatino del Libro è stato ospitato nella vecchia sede del Partico Comunista in Corso Umberto, molto prima della ristrutturazione; nelle edizioni più recenti - invece - volontari e mucchi di libri hanno trovato posto nell'ex-Ospizio di Poltu Cuadu e nei locali situati sopra il Romagnolo di viale Aldo Moro. Quest'anno però i volontari, a pochi giorni dalla tradizionale apertura, non hanno trovato mezzo pertugio ove sistemare i materiali didattici. Il tutto in un periodo decisamente poco favorevole - dal punto di vista economico - come questo.Comprare i libri per gli studenti è, infatti, un vero e proprio salasso. Ogni anno le case editrici aggiornano i testi, ma spesso questi aggiornamenti sono inezie rispezio al contenuto vero e proprio del volume. Così, le famiglie si rivolgono al mercato dell'usato che garantisce un risparmio dal 30% al 50%. Una vera manna dal cielo per ogni bilancio familiare. Senza un locale idoneo, il Mercatino del Libro non si svolgerà e molte famiglie avranno difficoltà a far quadrare i conti. L'appello. A parlare è Rina Tanponi, segretaria dell'associazione organizzatrice del mercatino - l'Avsi Point. "Fino all'anno scorso abbiamo usato un locale sfitto di un signore che, però, quest'anno l'ha affittato - ha raccontato Rina Tamponi - così ci siamo messi a cercare un altro posto, anche interpellando informalmente il Comune. Quest'ultimo, sempre informalmente, ci ha detto che non c'era alcuna disponibilità. Per questo chiediamo aiuto agli olbiesi. Aiutateci a trovare un posto per svolgere il Mercatino". Le esigenze della popolazione. "Abbiamo tantissime richieste - ha continuato Rina Tamponi - la Regione sta dando un contributo per l'acquisto dei tablet, ma le famiglie continuano a cercarci. C'è veramente tanta necessità di questo servizio. Noi non serviamo solo Olbia, ma anche le zone limitrofe. L'anno scorso sono arrivati da Oschiri, Tempio, San Teodoro. Abbiamo portato persino dei libri a Sassari"