Wednesday, 29 May 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca

La Fondazione Porto Rotondo ha un nuovo presidente

Il conte Luigi Dona’ dalle Rose nominato Presidente Onorario

La Fondazione Porto Rotondo ha un nuovo presidente
La Fondazione Porto Rotondo ha un nuovo presidente
Olbia.it

Pubblicato il 15 May 2024 alle 08:50

condividi articolo:

Olbia. In data 11 Maggio si è tenuto il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Porto Rotondo, che su iniziativa del Conte Luigi Dona’ dalle Rose, tutela e valorizza il borgo, da lui stesso ideato, ormai divenuto un centro di attrazione di livello internazionale.

Nella sua prima seduta, il nuovo Consiglio di Amministrazione ha proceduto alla nomina del conte Luigi Dona’ dalle Rose, quale Presidente onorario della Fondazione, nonché alla nomina di Leonardo Dona’ dalle Rose Presidente della Fondazione e di Armando Maffeis quale Vice Presidente, ed alla nomina di tre nuovi consiglieri, nelle persone di Claudio Varrone (Presidente aggiunto onorario del Consiglio di Stato) e di Andrea Gemma (Professore della facoltà di Giurisprudenza di Roma Tre), Corrado Fara (Avvocato) nonché alla conferma dei consiglieri Tatiana Kirova (Professoressa di Restauro Architettonico e Urbano).

Il Consiglio ha avviato un’approfondita riflessione sulle finalità di utilità generale perseguite dalla Fondazione, quale formazione sociale in base al principio di sussidiarietà orizzontale di cui all’art. 118 ultimo comma della Costituzione, anche alla luce delle modifiche dell’art. 9 della Costituzione che tutela paesaggio, patrimonio storico artistico, ambiente, biodiversità e gli ecosistemi anche nell’interesse delle future generazioni ed in chiave di sviluppo sostenibile.
E’ intendimento della Fondazione intensificare, nelle opportune sedi, iniziative di sensibilizzazione sulla rilevanza ambientale, paesaggistica ed artistica di Porto Rotondo.

La Fondazione ha annunciato che intende coltivare la tutela dei valori e delle finalità promosse attivandosi anche nella promozione di partenariati e nella partecipazione attiva a quei procedimenti amministrativi nei quali i valori e le finalità stesse vengono in rilievo. La Fondazione si augura di instaurare con le Autorità cui compete il governo del territorio una interlocuzione continuativa, per la tutela del bene comune.