Thursday, 29 February 2024

Informazione dal 1999

Economia, News

Stellantis annuncia un investimento di 100 milioni di euro nel settore dei veicoli elettrici in Italia

Ecco di cosa si tratta

Stellantis annuncia un investimento di 100 milioni di euro nel settore dei veicoli elettrici in Italia
Stellantis annuncia un investimento di 100 milioni di euro nel settore dei veicoli elettrici in Italia
Olbia.it

Pubblicato il 29 July 2023 alle 08:00

condividi articolo:

Stellantis annuncia un investimento di 100 milioni di euro nell'impianto italiano nell'ambito della transizione elettrica

L'industria dei veicoli elettrici (EV) in Italia sta registrando una crescita e uno sviluppo significativi. L'Italia ha promosso attivamente l'adozione di veicoli elettrici per ridurre le emissioni di carbonio e la dipendenza dai combustibili fossili. Un notevole investimento nel settore dei veicoli elettrici proviene da Stellantis, uno dei principali produttori automobilistici. Stellantis ha annunciato un investimento totale di 100 milioni di euro nel settore dei veicoli elettrici in Italia.

L'investimento mira ad affrontare le sfide della transizione alle auto elettriche salvaguardando i posti di lavoro locali. I fondi saranno destinati a varie misure, tra cui l'installazione di sistemi di energia solare e l'implementazione di una ventilazione più efficiente presso l'impianto vicino a Torino. Attualmente lo stabilimento di Mirafiori è responsabile della produzione dei veicoli Fiat 500 e Maserati.

L'investimento di Stellantis di 100 milioni di euro dimostra l'impegno dell'azienda per la sostenibilità e si allinea con gli sforzi dell'Italia per la transizione verso un'energia più pulita, confermando la sua dedzione agli investimenti sostenibili. Dunque ci si potrebbe chiedere "Cos’è un investimento sostenibile?" Il termine si riferisce a strategie e pratiche di investimento che danno la priorità a fattori di sostenibilità a lungo termine, come la tutela dell'ambiente, la responsabilità sociale e la governance. Adottando investimenti sostenibili, Stellantis non solo contribuisce a un futuro più green, ma mostra anche il suo approccio lungimirante al business.

L'industria dell'auto italiana è pronta per un nuovo player, afferma il Ministro

L'industria automobilistica italiana si distingue dalle sue controparti europee per la presenza di una sola grande casa automobilistica, Stellantis NV. Tuttavia, il ministro dell'Industria Adolfo Urso ritiene che l'Italia  abbia il potenziale per ospitare un'altra importante casa automobilistica per salvaguardare i posti di lavoro locali e soddisfare la crescente domanda di veicoli elettrici. Urso ha sottolineato la sostanziale disparità tra la produzione di veicoli di Stellantis in Francia, che supera il milione di veicoli, e la sua produzione in Italia, che è meno della metà di tale importo. Questo divario di domanda tra produzione e mercato in Italia è il più alto tra i paesi europei.

Per affrontare questo problema e garantire un settore automobilistico diversificato, il governo italiano è stato attivamente coinvolto nel rimodellamento dell'industria e delle istituzioni. Le iniziative includono la gara per la rete di Telecom Italia SpA e l'imposizione di restrizioni ai proprietari cinesi del fornitore di Formula 1 Pirelli SpA. La lobby automobilistica ha anche chiesto al governo di investire in Stellantis per proteggere i posti di lavoro durante la transizione del settore dai motori a combustione. L'esempio della Francia, che detiene il 6,1% di Stellantis, potrebbe servire da modello per la tutela degli interessi nazionali.

Anche se il governo italiano gioca un ruolo sempre più attivo nel plasmare il settore, il ministro delle finanze Giancarlo Giorgetti ha respinto l'idea di un investimento diretto in Stellantis. In ogni caso, la stessa Stellantis sta attuando cambiamenti importanti in Italia. L'azienda prevede di tagliare i posti di lavoro ma anche di aumentare la produzione nello stabilimento di Melfi, nel sud Italia. Inoltre, Stellantis sta portando avanti i suoi piani per una fabbrica di batterie a Termoli e per trasformare il suo iconico stabilimento di Torino in un hub per veicoli elettrici.

Il settore dei veicoli elettrici in Italia traina l'occupazione e la crescita economica

Quello automobilistico è un settore strategico per l'Italia, che dà lavoro a circa 278.000 persone e rappresenta una quota dell'11% del fatturato manifatturiero del Paese e il 6,2% del suo PIL. Il passaggio all'elettromobilità offre opportunità a varie parti interessate, tra cui produttori di componenti per veicoli, fornitori di infrastrutture di ricarica e produttori di apparecchiature diagnostiche. Sostenere la crescita dell'industria automobilistica in Italia può avere effetti positivi sulla creazione di posti di lavoro, sullo sviluppo economico e sul settore dell'aftermarket.

Secondo alcuni rapporti, il numero di veicoli elettrici in tutto il mondo dovrebbe superare i 500 milioni entro la metà del secolo. Abbracciare la mobilità elettrica rappresenta quindi per l'Italia un'opportunità di crescita e sviluppo sostenibile, in linea con gli obiettivi di sostenibilità e decarbonizzazione fissati dall'ONU.

Conclusione

In conclusione, l'investimento di Stellantis nel settore dei veicoli elettrici in Italia non solo rafforza l'impegno dell'azienda per la mobilità sostenibile, ma indica anche il potenziale per una crescita sostanziale nel mercato dei veicoli elettrici del paese. L'investimento contribuirà probabilmente alla creazione di posti di lavoro, al progresso tecnologico e alla crescita economica. Inoltre, incoraggerà altri importanti attori del settore a investire nel settore dei veicoli elettrici in Italia, promuovendo un panorama competitivo e spingendo ulteriormente la transizione del Paese verso un ecosistema di trasporti più green.