lunedì, 12 aprile 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

San Pantaleo: la blogger Erica Costa strega i followers con i Van

San Pantaleo: la blogger  Erica Costa strega i followers con i Van
San Pantaleo: la blogger  Erica Costa strega i followers con i Van
Laura Scarpellini

Pubblicato il 26 giugno 2020 alle 19:51

condividi articolo:

Olbia, 28 giugno 2020 - La ripresa economica dopo Covid ha coinvolto anche la blogger Erica Costa che attraverso i suoi viaggi ha saputo sempre incuriosire e affascinare le sue migliaia di followers.

Nella sua ultima avventura sui social, è bastata una particolarità a farla balzare tra i blogger più seguiti nel dopo Coronavirus: "Vista la disastrosa situazione economica che l'emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Coronavirus ha portato con sé ovunque, mi sono sentita in dovere di dare il mio piccolo contributo per risollevare l'economia della mia Isola e di essere un esempio per tutti coloro che mi seguono sui miei canali social. Avere attorno a Erykainviaggio.com una community di più di settemila persone fra Facebook e Instagram è un grande onore ma è anche una grande responsabilità e, soprattutto, in questa situazione, è una grande occasione per amplificare il messaggio che cerco di dare ogni giorno e cioè chiedermi e chiedere “Cosa stai facendo per gli altri?”, Martin Luther King diceva che questa è la domanda più insistente e urgente della vita. E così appena usciti dal lockdown ho pensato di agire e dare una risposta concreta a quella domanda", spiega la blogger.

"Ho iniziato così con l'ideazione di una gita in kayak sul fiume Cedrino, in Barbagia, il 7 giugno dove sono riuscita tramite il mio canale Instagram ad organizzare un gruppo di 20 persone che si sono unite a me da tutta la Sardegna per una divertentissima domenica fra pagaie e panorami mozzafiato con partenza dall'Eco Parco di Neulè (Dorgali) e dalle sorgenti Su Gologone (Oliena). La risposta ricevuta dai social network è stata così positiva che ho pensato di organizzare qualcosa di ancora più scoppiettante e di realizzare un mio grande desiderio, così ho chiamato i ragazzi di Cool Campers di Alghero e abbiamo dato vita ad uno spettacolare weekend con i piccoli van della Volkwagen, veicoli d’epoca, perfettamente revisionati e mantenuti, che hanno ormai più di 40 anni".

"Ci tengo a precisare che tutto ciò che faccio, lo faccio a titolo gratuito, proprio per il piacere di sapere di essere di aiuto per il prossimo, anche se sono io ad organizzare e a curare ogni minimo dettaglio, io pago esattamente le quote come chi si unisce a me. Non voglio assolutamente sostituirmi ad agenzie viaggio o tour operator, sono solo una persona che trascina amici virtuali a vivere esperienze reali, che potrebbe tranquillamente fare da sola! Alla mia chiamata su Instagram di una settimana prima, abbiamo riempito due van camperizzati nel giro di un paio d'ore e così venerdì 19 giugno ci siamo incontrati ad Alghero, dove Cool Campers è nato sette anni fa, da diverse parti della Sardegna (Olbia, Turri, Oristano, Arzachena, Sassari) e abbiamo iniziato un tour spettacolare che ha toccato luoghi mozzafiato: da Porto Ferro a Porto Palmas con la bellissima cala di La Frana fino all'Argentiera dove abbiamo assistito ad un tramonto pazzesco il primo giorno; da Alghero a Bosa sulla straordinaria litoranea a picco sul mare, arrivando prima nella cala di Cane Malu dove pare di essere sulla luna e poi nel borgo medievale di Bosa che abbiamo girato in lungo e in largo grazie all'insta meet organizzato da Instagramers Oristano. Per la domenica siamo ritornati a Porto Ferro per vivere un'esperienza mozzafiato tutti assieme: fare surf! E' stata la prima volta per tutti noi e siamo stati felici di condividere questa esperienza tutti insieme grazie alla preziosa lezione della Bonga Surf School. In realtà è stato un weekend di prime volte, guidare e dormire dentro un mini van, scoprire Bosa dove non ero mai stata, fare surf e scoprire la bellezza selvaggia della costa sopra Alghero", continua Costa.

Anche se la vediamo sempre allegra e sorridente, Erica Costa di lavoro dietro le quinte ne svolge davvero molto. C'è tutto un lavoro fatto di coordinamento del suo staff, sopralluoghi, verifiche e contatti sul posto: "Non ho avuto difficoltà per realizzare questo secondo progetto, le aziende sono disponibili e capiscono perfettamente le potenzialità che il web offre quindi erykainviaggio.com, devo dire la verità, trova sempre un felice riscontro. La soddisfazione più bella è vedere negli occhi dei partecipanti la felicità, in quelli delle persone dietro le aziende che contatto la volontà di aiutarsi a vicenda".

Il suo entusiasmo è coinvolgente, e seguirla in quello trasmette a livello mediatico è sempre piacevole - e mai scontato. Attraverso i suoi occhi scopriamo sempre nuove nuove location o mete interessanti per una vacanza o per qualche ora lontano dalla quotidianità del lavoro. Spesso riesce a farci viaggiare pur rimando seduti nel nostro ufficio a lavorare.

"Come ho già anticipato, al weekend in van, una tre giorni intensa all'avventura, hanno partecipato 6 persone che hanno così riempito due piccoli van, Fanny (quello turchese) e Leo (quello verde). Essendo il venerdì un giorno feriale, in molti hanno dovuto rinunciare, per questo ho promesso loro che riproporremo l'avventura partendo di sabato. La risposta sul web mi da sempre grande soddisfazione, significa che chi mi segue è davvero interessato a vivere le avventure come le vivo io, facendo attività piene di adrenalina e condividendo la filosofia dell' "andare oltre", cioè non fermandosi alla superficie dei luoghi, ma curiosando nell'anima dei posti che si visitano".

Erica Costa però non è rimasta indenne dal passaggio del Covid nella sua vita: "Il mio lockdown è stato tragico inizialmente, come molti credo, avendo scelto il viaggio come stile di vita, vedere crollare tutte le aspettative che avevo per quest'anno, mi ha destabilizzato psicologicamente. Ma è durato poco, essendo una persona sempre super ottimista e che trasforma le difficoltà in opportunità, già dalla seconda settimana di quarantena ho cambiato completamente mindset e ho iniziato a creare progetti nel web e così mi hanno tenuto occupata tanto che le ventiquattro ore a casa hanno iniziato a non bastarmi! Una volta usciti dal lockdown mi sono ritrovata in mano nuovi progetti per ripartire concretamente nel reale che continuano a crescere giorno dopo giorno".

Ora si volta pagina , e già dopo l'esperienza dei Van, la blogger guarda oltre:"Non ho nessuna paura perchèho scelto il coraggio nella mia vita e so che gli obiettivi che mi sono prefissata di raggiungere li raggiungerò, piano piano, con costanza e determinazione, non ho tempo di avere paura, la mia mente deve essere bella sgombra e la mia energia sempre positiva.
Di progetti ce ne sono tantissimi, mi sveglio ogni giorno con un'idea diversa in testa, magari una più folle dell'altra, ma fra quelli più prossimi c'è sicuramente qualche altro weekend nell'Isola con chi mi segue (perchè non c'è due senza tre!), c'è il viaggio in Sardegna a settembre con i miei follower organizzato con il supporto del team di Travel Moustache, agenzia viaggi toscana, ed entro luglio, spero di riuscire a lanciare il progetto ideato con la mia amica che vive in America, dedicato alla potenza straordinaria prodotta dall'amicizia fra due donne in carriera, piene di sogni e fragilità, che vivono quasi in simbiosi, sebbene ci siano novemila miglia di distanza fra loro, e all'importanza vitale del supporto costante fra donne, non sempre scontato, per affrontare le difficoltà che quotidianamente la vita mette davanti".

Sfogliare il suo blog sicuramente ci offrirà lo spunto per qualche gita fuori porta, o per una fuga di qualche giorno. Da osservare il massimo rispetto verso la meravigliosa terra sarda, che ci ricorda in ogni occasione che saremo considerati sempre, suoi graditi ospiti.
.