sabato, 06 marzo 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Air Italy, ora è conto alla rovescia per la fine della Cigs: dipendenti in lotta

Il 30 giugno per i dipendenti Air Italy scadrà la Cigs

Air Italy, ora è conto alla rovescia per la fine della Cigs: dipendenti in lotta
Air Italy, ora è conto alla rovescia per la fine della Cigs: dipendenti in lotta
Olbia.it

Pubblicato il 19 gennaio 2021 alle 21:05

condividi articolo:

Olbia.  Con il nuovo anno per i lavoratori Air Italy è cominciato il conto alla rovescia.  Se anche loro hanno lasciato alle spalle un terribile anno bisesto, purtroppo questo 2021, benché all'inizio, è segnato dal Covid-19 e, per la fu gloriosa compagnia Alisarda ormai Air Italy, la liquidazione.  Questo nuovo anno quindi non preannuncia una nuova stagione primaverile con piani di volo, nuove rotte e sogni, ma è purtoppo quello che annuncia una corsa contro il tempo prima dell'incubo di un baratro per ogni singolo dipendente.

Il 30 giugno per tutti i lavoratori Air Italy scadrà infatti la Cassa integrazione straordinaria e 1500 famiglie tra Olbia e Milano si troveranno per strada senza uno straccio di futuro lavorativo o ammortizzatore sociale.  Una situazione drammatica per la quale non è solo in gioco il futuro di queste famiglie, ma anche quello di un territorio gallurese che si ritroverà ancora una volta più povero e senza un futuro.  Domani i Lavoratori di Air Italy manifesteranno sotto al palazzo del Consiglio Regionale per richiamare l’attenzione delle Istituzioni e dei media nei confronti di quella che possiamo definire la più grossa vertenza industriale in corso della Sardegna, dimenticata da tutti e sepolta sotto la sovrabbondanza di informazione mediatica conseguente all’emergenza sanitaria in corso.
"Dopo una prima serie di dichiarazioni da parte di alcuni esponenti politici regionali che, all’indomani dell’inaspettata e improvvisa messa in liquidazione da parte del C. d. A. di Air Italy, promettevano il massimo impegno per il futuro dei licenziandi Lavoratori della storica compagnia aerea sarda, è calato il silenzio più totale, al netto di un pur apprezzato intervento dell’Assessora al Lavoro che ha posto in essere degli interventi emergenziali tesi al mantenimento dei brevetti, certificazioni e abilitazioni professionali dei Lavoratori che, diversamente, non sarebbero più utilizzabili"  scrivono i rapprensentanti delle RRSSAA - Air Italy AP - COBAS - USB - ANPAV esponendo la drammatica situazione in cui si trovano ora i lavoratori Air italy.

"Per quanto sopra, atteso che mancano pochi mesi al termine della CIGS che scadrà il 30 giugno 2021, sono convocati tutti i Lavoratori di Air italy alle ore 10.30 del 20 gennaio sotto al palazzo del Consiglio Regionale della Sardegna in Via Roma a Cagliari per chiedere alla politica regionale e nazionale un intervento a sostegno del settore del trasporto aereo che, in difetto di reali politiche di rilancio che riguardino TUTTI i Lavoratori del settore, consegnerà il mercato, che inesorabilmente ripartirà al termine dell’emergenza covid, alle compagnie straniere, lasciando a casa i Lavoratori italiani.
Abbiamo chiesto al Presidente della Giunta Solinas e del Consiglio Regionale Pais che una delegazione dei rappresentanti dei sindacati mobilitati venga da  loro ricevuta". Scrivono le RRSSAA in nome dei lavoratori di Air Italy  che ora riprendono la propria mobilitazione.