martedì, 16 agosto 2022

Informazione dal 1999

Annunci, Eventi

A Porto Rotondo va in scena uno spettacolo tutto al femminile

L'evento in programma per giovedì

A Porto Rotondo va in scena uno spettacolo tutto al femminile
A Porto Rotondo va in scena uno spettacolo tutto al femminile
Olbia.it

Pubblicato il 09 luglio 2022 alle 18:03

condividi articolo:

Porto Rotondo. I misteri dell'eros tra ironia e passione con “ApPunti G” - scoppiettante spettacolo firmato Nidodiragno/CMC e Collettivo PuntoG in tournée nell'Isola (dopo il debutto lo scorso venerdì 13 maggio alle 21 al Teatro Civico “Oriana Fallaci” di Ozieri per la Stagione di Prosa 2021-2022) sotto le insegne del CeDAC / Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo dal Vivo in Sardegna.

Si legge nella nota: "I prossimi appuntamenti: giovedì 14 luglio alle 21 all'Anfiteatro “Mario Ceroli” di Porto Rotondo, venerdì 15 luglio alle 21 al Padiglione Tamuli delle ex Caserme Mura di Macomer e sabato 16 luglio alle 21 all'Anfiteatro Comunale di San Gavino Monreale per una indagine semiseria sulle conseguenze dell'amore e sulla potenza del desiderio. Una pièce divertente e dissacrante scritta “a quattro mani”, con la collaborazione di Francesca Sangalli, e interpretata da Lucia Vasini, Rita Pelusio e Alessandra Faiella, in scena con Livia Grossi, per una riflessione tutta al femminile sul tema complesso e affascinante della sessualità nelle sue diverse implicazioni culturali e sociali – e perfino politiche – alle soglie del Terzo Millennio".

"Fin dal titolo “ApPunti G” fa riferimento (oltre che ai misteri del corpo e alla riscoperta del piacere per effetto della “rivoluzione” degli Anni Sessanta e Settanta) alle molteplici prospettive e alle differenti esperienze dirette e indirette delle protagoniste, che affrontano questioni importanti e delicate, di stringente attualità come la condizione e il ruolo delle donne nella realtà ma anche nell'immaginario, tra emancipazione e retaggi della tradizione patriarcale. “ApPunti G” si affida alla vis comica di attrici come Alessandra Faiella, Rita Pelusio e Lucia Vasini che insieme alla giornalista del Corriere della Sera Livia Grossi si interrogano sulle diverse sfumature dell'amore tra stereotipi e luoghi comuni, il “mito” della “prima volta”, la moderna (apparente) spregiudicatezza e le “sperimentazioni” degli Anni Sessanta, i sex toys e le avanguardie della robotica ma anche le nuove frontiere della chirurgia plastica nella civiltà dell'apparire".

"Eros e libertà – ma anche diritti negati nelle nuove forme di prostituzione, perché il “mestiere più antico del mondo” non conosce crisi ma semplicemente si aggiorna, tra “schiave” (e “schiavi”) del sesso sempre più giovani e “corpi in vendita” in un traffico internazionale. Tra cronaca e invenzione, monologhi brillanti e surreali e pezzi corali, irresistibili “ricette” afrodisiache e pagine di cronaca “ApPunti G” racconta con humour e leggerezza un aspetto fondamentale dell'esistenza solitamente confinato tra la sfera più intima e privata e infrange i limiti dettati dal “comune senso del pudore”: uno sguardo al femminile che riflette una nuova consapevolezza di sé, del proprio corpo, dei propri desideri ma anche una attenzione a questioni scottanti come lo sfruttamento, gli abusi, la necessità di aderire a precisi modelli estetici e la ricerca della propria identità", conclude la nota.