sabato, 27 novembre 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia, corso gratuito di difesa: ecco tutti i dettagli

Olbia, corso gratuito di difesa: ecco tutti i dettagli
Olbia, corso gratuito di difesa: ecco tutti i dettagli
Olbia.it

Pubblicato il 10 marzo 2016 alle 17:23

condividi articolo:

Olbia, 10 Marzo 2016 - Puntuale come ogni anno, torna per la quinta edizione il Corso Gratuito di Difesa personale femminile organizzato dall'Associazione Dojo Roccia in collaborazione con Enza Tucconi, delegata per le Pari opportunità del Comune di Olbia, e Gesuino Achenza, assessore comunale allo Sport.

La durata delcorso sarà di 10 lezioni che avverranno il lunedì e il mercoledì dalle 20.15 alle 21.30presso la palestra dell’Istituto comprensivo di Via Vicenza di Olbia a partire dal 30 Marzo.Il corso è gratuito ed è aperto a tutte le donne residenti nel comune di Olbia e non. L’unicocosto è di € 18 ed è unitamente previsto solo per una assicurazione in caso di infortunio.Le domande per la partecipazione al corso, dovranno essere presentate entro il 21 Marzo2016 compreso. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito istituzionale del Comune diOlbia, ovvero presso: l'Ufficio Cultura, Sport e Spettacolo – c/o Museo Archeologico Olbia,tel. 0789/28290; l'Ufficio Polifunzionale per il Cittadino tel. 0789/24800.

"Non è un caso che la conferenza stampa si è tenuta nella giornata dell’8Marzo, nel giorno della ricorrenza della festa delle donne - ha detto Enza Tucconi -. Non posso fare altro cherimarcare ‘importanza di questo corso e del suo contributo per contrastare il fenomenodella violenza sulle donne. Ritengo che la causa principale della violenza è l’ignoranza,quella incapacità di reagire alle difficoltà e questo vale sia per le donne che per gli uomini.Il Sapere è forza e l’ignoranza una debolezza tuttavia ciò che non si sa si può imparare,basta che ci sia la volontà. Ognuno di noi può dare un suo contributo per contrastare lebarbarità che caratterizzano la società odierna, e lo può fare utilizzando il propriopotenziale e mettendolo a disposizione di coloro che hanno sete di imparare qualcosa dinuovo, queste persone a loro volta insegneranno questo sapere ad altre persone e cosìvia, come in una reazione a catena. Questo significa aprire una strada nuova edincamminarsi in un percorso che ha come obiettivo quello di migliorare la vita di chi verràdopo di noi, per un futuro migliore, di chi verrà dopo di noi. Questo è lo spirito che haspinto tutti noi a continuare a portare avanti questa iniziativa".

Sulla stessa lunghezza d'onda è l'assessore Achenza: "Considerando che la violenza sulle donne è purtroppoancora in forte aumento e che le statistiche dicono che molti aggressori spesso rinuncianoquando incontrano una strenua ed inaspettata resistenza, non importa quanto efficace,ilComune di Olbia è fiero di abbracciare una iniziativa così nobile come questa che tral’altro è alla sua quinta edizione. Il Comune di Olbia è stato il primo Comune in Italia aproporre un corso gratuito di difesa personale femminile e spero che venga preso comeesempio da tanti altri comuni".

Stefano Mordiglia, il maestro di arti marziali che insegnerà alle donne i principi base dell'autodifesa, ha voluto sottolineare gli effetti positivi del corso. "Questo corso di difesa personale femminile è un metodo permigliorare sicurezza e consapevolezza del proprio corpo, acquisire coordinazione edequilibrio psico-fisico oltre che per imparare alcune tecniche per sfuggire all’aggressoregrazie a delle simulazioni - ha detto il maestro Mordiglia -. Non è allenamento all’aggressività, non è esaltazione o stimoloalla violenza, è prevenzione. Aumenta l’autostima e la consapevolezza dei propri limiti edelle proprie possibilità, anche mettendosi alla prova in situazioni nuove e diversedall’ordinario".

Vale più di mille parole l'esempio di Speranza Brundu, allieva di Mordiglia e sua collaboratrice: "Ho iniziato a praticare questo sport a 26 anni e ha miglioratotantissimo la mia autostima e il mio modo di rapportarmi con le altre persone, infatti ero piùintroversa, ho migliorato anche nelle mie capacità di comunicazione e vedere questomiglioramento anche nelle donne che partecipano al corso è una cosa bellissima egratificante".