domenica, 25 luglio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Sport, Bianca, Calcio

Olbia Calcio, primo gol per Luca Belloni: "sogno il Mondiale, ma coi piedi per terra"

Il giovanissimo atleta dell'Olbia Calcio si racconta, tra scuola, obiettivi e grandi aspirazioni

Olbia Calcio, primo gol per Luca Belloni:
Olbia Calcio, primo gol per Luca Belloni:
Camilla Pisani

Pubblicato il 09 maggio 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Grinta, talento ed una determinazione inossidabile: è Luca Belloni, classe 2003, centrocampista dell’Olbia Calcio; il più giovane della squadra ha recentemente segnato il suo primo gol in carriera, forse il primo simbolo della riuscita del suo percorso sportivo.

Luca ha il pallone tra i piedi già da piccolissimo: in famiglia, non c’è momento in cui, un po’ per passatempo e un po’ per istinto, il Belloni bambino resista al richiamo del calcio.

Ma ben presto capisce quanto quello che potrebbe essere, per tanti, solo un piacevole intrattenimento, sia invece una grande passione: “ho giocato con il Cagliari, ad Oristano, per poi tornare ad Olbia con gli esordienti; quando poi la squadra è salita in serie C ho fatto tutto il percorso che mi ha portato in prima squadra, dove sono adesso. Fondamentale è stato il supporto della mia famiglia, che fin da subito mi ha sostenuto, facendo anche molti sacrifici per seguirmi negli allenamenti, assecondando questa mia passione; quando mi allenavo ad Oristano, mio padre mi accompagnava in auto, trascorrendo ore alla guida. Di questo sostegno mi sento davvero molto grato, anche perché è stato di grande aiuto nei momenti di difficoltà, quando non riuscivo a gestire tutto” racconta il calciatore, che nel maggio 2018 é stato il primo 2003 d'Italia ad esordire nei professionisti, durante la competizione Olbia-Pro Vercelli.

Conciliare la vita sportiva con quella scolastica non è semplice, e può risultare particolarmente complicato per una persona così giovane: “frequento il quarto liceo scientifico, ed ammetto che sia un po’ difficile mettere insieme studio e sport, ma ritengo che non esista un obiettivo impossibile, e che con la giusta determinazione, concentrazione ed impegno si possa raggiungere qualsiasi meta. Se ti impegni, riesci a raggiungere gli obiettivi prefissati; ad oggi penso a prendere il diploma, dopo il quale probabilmente mi iscriverò all’università, anche se per il momento non c’è nulla di certo”.

Ha sogni audaci, giganteschi, Luca, come forse è tipico della sua età: sogna il Pallone d’Oro, i Mondiali, i grandi traguardi che sono la croce e la delizia di tutti gli atleti; ma la sua audacia nel puntare in alto non si traduce in superbia, anzi, piuttosto lo mantiene coi piedi ben piantati a terra e la testa sulle spalle aiutato anche dal capitano Francesco Pisano, che lo supporta nella crescita calcistica.

Del suo primo gol in carriera riferisce con malcelata emozione: “all’inizio non mi sembrava vero, ero incredulo, poi il giubilo, il festeggiamento con i compagni; proprio questo rapporto con la squadra credo sia essenziale per raggiungere un buon livello di performance, come credo si sia notato da inizio stagione. In spogliatoio c’è una bella sintonia, si è creato un bel gruppo affiatato e questo mi fa pensare al mio prossimo futuro basandomi su Olbia”.

Una giovane promessa dello sport, in un momento storico difficile come quello della pandemia, rappresenta simbolicamente un vero e proprio spiraglio di normalità, di ardore, di passione autentica; al giovane Belloni non resta che continuare a tracciare il suo destino sportivo, un gol dopo l’altro, fino a raggiungere i suoi sogni.