domenica, 29 gennaio 2023

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Olbia, al via ultimo corso per bagnini riservato ai 16enni: cosa cambierà a breve

Conto alla rovescia per il nuovo corso

Olbia, al via ultimo corso per bagnini riservato ai 16enni: cosa cambierà a breve
Olbia, al via ultimo corso per bagnini riservato ai 16enni: cosa cambierà a breve
Olbia.it

Pubblicato il 23 gennaio 2023 alle 12:52

condividi articolo:

Olbia. La Società Nazionale di Salvamento Genova – Sezione Olbia - comunica l’imminente data di inizio del corso di formazione per Bagnino di Salvataggio. Si legge nella nota: "Il corso, che partirà il 4 febbraio 2023, sarà articolato in lezioni teoriche e pratiche e mira al conseguimento delle seguenti competenze :

tecniche di salvataggio

conoscenza delle tecniche di primo soccorso (disostruzione delle vie aeree- traumi - l’utilizzo del defibrillatore semi automatico)

conoscenza di tutte le normative che regolano il settore.

Per accedervi, è necessario avere buone capacità natatorie, idonee condizioni psicofisiche e di un’età minima di 16, età che dal prossimo 30 giugno con la riforma dei corsi per il conseguimento del brevetto sarà innalzata al 18 anno d’età. Il Brevetto di Bagnino di salvataggio è valutato a titolo professionale di merito: per l’arruolamento volontario nella Marina Militare (DM 1/9/2004, art.8 e Bando annuale), per l’attribuzione di credito formativo agli scrutini finali di ciascun anno ed agli esami finali della scuola secondaria di II grado (DPR 23/7/1998 n.323 art.2; DM n.49 del 24/2/2004), per l’impiego dei militari di F.A. in compiti connessi al Brevetto, la cui trascrizione matricolare è autorizzata dal Ministero della Difesa".

"Alla fine del corso per gli aspirantii bagnini è previsto il superamento di un esame, teorico e pratico. Gli esaminatori fanno parte di una commissione presieduta da un ufficiale della capitaneria di porto. La sezione Olbia, che dal 1999 copre l’intero territorio gallurese, in un quarto di secolo di attività il sono stati formati tanti ragazzi che hanno trovato sbocco lavorativo in strutture ricettive come alberghi, spiagge e villaggi in tutta la costa. Tutto ciò è reso possibile anche grazie alla fruttuosa collaborazione con le le Capitanerie di Porto e le istituzioni, da sempre particolarmente sensibili nei confronti delle problematiche legate alla sicurezza a mare. Nell’ambito delle attività programmate in collaborazione con alcune associazioni trovano spazio anche progetti che coinvolgono gli studenti delle scuole dell’obbligo. Per informazioni, cell: 3474191087 cell : 3498145709 mail: [email protected] ", conclude la nota.