Friday, 19 July 2024

Informazione dal 1999

Annunci, Bianca, Cronaca, Eventi

Golfo Aranci, pronti per il bagno sonoro a Cala Moresca

Ecco il nuovo evento del Progetto SEATY

Golfo Aranci, pronti per il bagno sonoro a Cala Moresca
Golfo Aranci, pronti per il bagno sonoro a Cala Moresca
Ilaria Del Giudice

Pubblicato il 23 June 2024 alle 09:00

condividi articolo:

Golfo Aranci. Mercoledì 26 giugno, a Cala Moresca al tramonto si terrà un nuovo evento promosso da Seaty, il progetto firmato Worldrise e patrocinato dalla Regione Autonoma della Sardegna insieme al Comune di Golfo Aranci. Sulla spiaggia del sito, dalle 18:30 alle 20:00 Barbara Magnoni di Armonie Energetiche e Luana Campus di Quarto Chakra, accompagneranno i presenti in una meditazione guidata con bagno di campane di cristallo, strumenti e canti ancestrali. Un’esperienza rilassante e rigenerante per abbandonarsi in modo del tutto naturale ad uno stato meditativo, grazie alle vibrazioni del cristallo e al ritmo del tamburo che viaggiano attraverso corpo e mente. Lasciarsi avvolgere dal suono fluido delle campane di cristallo aiuta a ricreare l’armonia psicofisica, connettendo con la propria essenza più profonda. Il bagno sarà accompagnato da una meditazione guidata attraverso il suono della voce, degli strumenti e dele onde del mare, alla scoperta dell’ancestrale connessione con il Pianeta Blu.

La partecipazione all’evento è gratuita. L’insegnante di Yoga Luana Campus spiega: “Da 3 anni collaboro con piacere al progetto Seaty di Worldrise con due sessioni di yoga al mese da giugno a settembre. Nell’idea dello yoga, che significa letteralmente unione, ho accettato con entusiasmo anche questa iniziativa. Conosco Barbara e con lei abbiamo già avuto modo di fare alcune pratiche insieme. Nello specifico mercoledì, io mi occuperò di guidare la parte iniziale del bagno sonoro per creare consapevolezza all’ascolto del respiro, lasciando poi a lei lo spazio per guidare il bagno sonoro e creare una profonda connessione con le sensazioni che verranno rilasciate. Infine, nella parte conclusiva, io guiderò una breve pratica di meditazione legata al mare e al movimento delle onde per entrare in profonda connessione con l’ambiente in cui ci troveremo a svolgere la pratica”.

A Luana fa eco la voce olistica di Barbara Magnoni, insegnante di canto tecnico: “Il bagno sonoro è una pratica che coinvolge l’ascolto consapevole di suoni rilassanti e armonici al fine di proporre il benessere mentale fisico ed emotivo. Durante il bagno di suoni vengono utilizzati strumenti come campane tibetane, gong, tamburi, diapason e strumenti a corde. Io avrò le campane di cristallo, dei tamburi e degli strumenti come sognagli a vento, oltre che la mia voce. Tutta questa varietà di toni ha lo scopo di indurre ad un profondo stato di rilassamento. La persona non deve far altro che distendersi su un tappetino e accogliere i suoni, aprendosi e lasciandosi andare all’emotività. È un’esperienza immersiva. I suoni si propagano attraverso l’aria ed entrano nel corpo, come se si trattasse di un sassolino lanciato sulla superficie di un lago. Questo produce un effetto di rilassamento e armonizzazione. I benefici di un bagno di suoni sono molti: a partire dalla riduzione dello stress e dell’ansia, favorisce un senso di calma e rilassamento profondo, ma anche un miglioramento del sonno. Il bagno di suoni può favorire infatti un sonno riposante e di qualità, riducendo l’insonnia e promuovendo il rilassamento mentale.

Le vibrazioni sonore possono influenzare positivamente anche i nostri sistemi energetici e aiutare a ristabilire l’armonia del corpo. Si può inoltre ottenere anche una riduzione del dolore e della tensione muscolare perché le onde sonore penetrano nei tessuti corporei, rilassando i muscoli tesi e riducendo il dolore fisico. Vi è poi una stimolazione della creatività e della concentrazione. Il bagno di suoni può infatti avere un effetto benefico sulle funzioni cognitive, facilitando la concentrazione, ma anche l’ispirazione e la creatività. Da non dimenticare il miglioramento dell’umore e dell’equilibrio emotivo. La sensazione che si ha alla fine di un bagno di suoni generalmente è quella di un benessere generale. È chiaro che durante il trattamento, anche se non è detto che accada, possano tornare in superficie ricordi e sensazioni appartenenti al passato ed emozioni che hanno bisogno di essere riconosciute e rilasciate. I benefici possono variare da persona a persona, ma la maggior parte trova che quest’esperienza sia rilassante e rigenerante”.