Saturday, 22 June 2024

Informazione dal 1999

Generale, Turismo

Da Olbia a Valencia: ecco la città delle Arti e della Scienza

Cosa visitare a Valencia

Da Olbia a Valencia: ecco la città delle Arti e della Scienza
Da Olbia a Valencia: ecco la città delle Arti e della Scienza
Olbia.it

Pubblicato il 12 August 2023 alle 10:33

condividi articolo:

                 Vola da Olbia a Valencia

Degna avversaria di Madrid e Barcellona, Valencia è la terza città della Spagna e una delle più importanti del Mediterraneo, dall’aspetto futuristico e pittoresco allo stesso tempo in cui a splendide cattedrali in stile gotico si affiancano piazze lastricate e edifici ultramoderni.

Valencia è raggiungibile da Olbia fino al 16 settembre con Volotea (martedì e sabato) Scopri tutte le destinazioni dell’Aeroporto di Olbia su: https://bit.ly/OLBEstate2023

Da non perdere a Valencia

Iniziate il tour della città spagnola con una visita alla Cattedrale di Valencia, un imponente edificio del XIII secolo situato nella vecchia città, in Plaza de la Reina, i cui tre portali di accesso rappresentano tutta la storia architettonica della città: la barocca Puerta del Los Hierros, la romanica Puerta del Palau e la gotica Puerta de los Apostolo. Oltre al Miguelete, la torre che offre una vista panoramica su tutto il centro storico, ciò che più attira i turisti è il Santo Graal, il Calice utilizzato da Gesù nell’Ultima Cena.

La Città delle Arti e delle Scienze, esempio significativo dell’architettura moderna, racchiude al suo interno cinque spettacolari attrazioni: l’Oceanografic, l’Umbracle, il Palazzo delle Arti, il Museo della Scienza e l’Hemisfèric. Oltre al Museo della Scienza, da non perdere anche il Museo di Belle Arti, la seconda pinacoteca più importante di Spagna, ospitato in un edificio barocco che raccoglie al suo interno opere di grandi artisti locali come Joaquìn Sorolla, Goya, Velazquez, El Greco e Murillo ma anche Pinturicchio e Andrea del Sarto.

Intorno al convento del Carmen Calzado, sorge uno dei quartieri del centro storico più frequentati: il Barrio del Carmen. La mattina luogo dello shopping tra negozi alternativi e atelier di grandi marche, la notte posto preferito dai giovani che si intrattengono nei vari localini che popolano il quartiere.

A pochi minuti a piedi ritroverete la Lonja de la Seda (Mercato della Seta), Patrimonio dell’Umanità Unesco, uno degli esempi più belli dell’architettura tardo gotica in Europa, oggi sede dell’Accademia Culturale di Valencia. Di fronte al magnifico edificio una struttura d’acciaio con le vetrate colorate e le ceramiche dipinte a mano sulla facciata: il Mercato Centrale, un intrecciarsi di colori, odori e sapori in un gioiello dell’architettura modernista. Al suo esterno, numerosi chioschi e ristoranti vi attendono per gustare la Paella, piatto mangiato in tutta la Spagna ma tipico di Valencia, cucinata con pollo o coniglio, senza frutti di mare, e nella versione marisco con frutti di mare e crostacei.

Se, dopo una giornata per le strade della città, desiderate prendervi una pausa, il posto ideale è, senza dubbio, il Jardin del Turia, un’oasi di verde e di pace in pieno centro urbano, la cui attrazione principale è la scultura monumentale di Gulliver e il Gulliver Park, che riproduce in larga scala il protagonista del fortunato romanzo in un intrico di scivoli, scale e ostacoli, per la gioia dei piccoli visitatori. Questi ultimi apprezzeranno inoltre il Bioparco di Valencia, suddiviso in tre grandi aree: la savana africana, le foreste equatoriali dell’Africa e del Madagascar e le zone umide africane in cui è possibile osservare gli animali in libertà ma in tutta sicurezza.

Se amate la natura non potete perdere infine la Riserva di Albufera, il più grande lago di Spagna, così come il suo Lungomare che porta alle spiagge cittadine di Les Arenas e Malvarrosa con acqua limpida premiata dalla Bandiera Blu europea.

Valencia è raggiungibile da Olbia fino al 16 settembre con Volotea (martedì e sabato)

Scopri tutte le destinazioni dell’Aeroporto di Olbia su: https://bit.ly/OLBEstate2023