giovedì, 04 marzo 2021

Informazione dal 1999

Salute, Generale

Coronavirus, Aou Sassari e Assl Olbia: nuove regole di accesso agli ospedali

Coronavirus, Aou Sassari e Assl Olbia:  nuove regole di accesso agli ospedali
Coronavirus, Aou Sassari e Assl Olbia:  nuove regole di accesso agli ospedali
Olbia.it

Pubblicato il 15 marzo 2020 alle 19:25

condividi articolo:

Olbia, 15 marzo 2020 – Con l'emergenza Coronavirus scattano nuove misure restrittive per limitare gli accessi dei visitatori negli ospedali del Nord Sardegna. La direzione di presidio, in stretto accordo con la direzione strategica dell'Aou di Sassari, questa sera ha disposto che, sino a nuove comunicazioni, non sarà ammesso l'ingresso di parenti e visitatori dei degenti all'interno di tutte le strutture dell'Azienda ospedaliero universitaria. In presenza di particolari esigenze, l'accesso dovrà essere concordato per il tempo necessario e autorizzato dal coordinatore dell'unità operativa interessata o da un suo sostituto. In ogni caso i visitatori che si recano nelle strutture sanitarie dell'Aou di Sassari per accedere dovranno essere già muniti di mascherina chirurgica.

L'ASSL Olbia ha comunicato che dalla giornata odierna, 15 marzo, vengono sospesi gli accessi dei familiari dei pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere dei distretti di Olbia, Tempio e La Maddalena

Da domenica 15 marzo le visite dei familiari dei pazienti ricoverati nei reparti degli ospedali della ASSL Olbia verranno sospese: una misura resasi necessaria per fronteggiare in diffondersi del Coronavirus, e assunta al fine di tutelare la salute e la sicurezza dei pazienti e degli operatori sanitari. Eventuali deroghe a questa disposizione verranno concesse esclusivamente previa autorizzazione del Direttore del reparto. Si ricorda, inoltre, che restano sempre valide le disposizioni più volte fatte da Ministero della Salute e Regione Sardegna, e cioè: i pazienti che hanno eventuali dubbi sui sintominon devono recarsi assolutamentenelle strutture sanitarie, negli ospedalionei Pronto Soccorso, ma devono contattare il proprio medico, la guardia medica o chiamare il numero 1500 o quello verde dedicato 800311377. È importante ricordare, inoltre, che nellasala d'aspetto del pronto soccorso è vietata l'attesa degli accompagnatori. Questi potranno lasciare un recapito telefonico all'infermiere del triage per essere avvertiti al momento delle dimissioni del loro congiunto.