martedì, 13 aprile 2021

Informazione dal 1999

Cultura, Olbiachefu

Caro anno nuovo - poesia di Vanna Sanciu

Caro anno nuovo - poesia di Vanna Sanciu
Caro anno nuovo - poesia di Vanna Sanciu
Vanna Sanciu

Pubblicato il 01 gennaio 2021 alle 17:58

condividi articolo:

Olbia, 1 gennaio 2020 - È arrivato l'anno nuovo, finalmente! Se n’è andato un annus horribilis, come chiamavano gli antichi romani un anno nefasto, costellato di disgrazie. L’anno appena trascorso è stato davvero orribile, ha portato lutti e sofferenze in tutto il pianeta e ha messo in ginocchio l’economia. Tante persone hanno perso il lavoro e stanno conoscendo la miseria. Stanotte abbiamo atteso la mezzanotte come una liberazione, l’abbiamo mandato via senza tanti complimenti e abbiamo accolto il nuovo anno riponendo in lui la speranza della rinascita.

Caro anno nuovo,

domani sarà il primo giorno,

non sarà poi tanto diverso da oggi,

eppure noi ti carichiamo di doveri,

di responsabilità,

ti supplichiamo

di cambiare i venti

della tempesta distruttrice;

di imporre ai giorni, ai mesi

e alle ore del tuo carro

di spazzare via il male

che ci ha strappato le persone care

senza nemmeno il conforto

di una stretta di mano,

lo stesso male che ci ha rubato la libertà

e in cambio ci ha portato

ansia, precarietà,

morte, dolore e dubbio,

che come un tarlo consuma

la nostra gioia di vivere,

e ci fa temere per i nostri figli.

Eppure, dopo aver maledetto

tuo fratello maggiore

per tanta crudeltà,

io continuo a sperare

e attendo fiduciosa che tutto cambi,

perché voglio rivedere i bambini

giocare felici nei prati,

cantando a squarciagola

le canzoni del domani

che ho sognato stanotte.

Vanna Sanciu

Olbia, 31 dicembre 2020