giovedì, 21 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Politica

Bambini e genitori in pericolo in via Cimabue: servono i parcheggi

Una mozione di Marco Piro accende il dibattito e propone una soluzione

Bambini e genitori in pericolo in via Cimabue: servono i parcheggi
Bambini e genitori in pericolo in via Cimabue: servono i parcheggi
Angela Galiberti

Pubblicato il 12 gennaio 2021 alle 14:49

condividi articolo:

Olbia. Della situazione di via Cimabue e della scuola primaria di Santa Maria abbiamo scritto più e più volte: l'area è caratterizzata da alcune criticità che la trasformano in un "problema sicurezza" piuttosto urgente. Urgente per le persone che vivono tale disagio, ma che ancora l'amministrazione comunale guidata dalla giunta Nizzi non ha ancora risolto. Di questo caso si è occupato il consigliere comunale del gruppo misto Marco Piro, che ha deciso di scrivere una mozione per sollecitare un'azione del sindaco Settimo Nizzi.

"Ci sono dei problemi seri in quest'area - spiega il consigliere Piro -, a cominciare dai parcheggi. A differenza di altre aree, non c'è un parcheggio pubblico dove le famiglie possono sostare con le proprie auto quando vanno a prendere i bambini a scuola. Inoltre, i pochi parcheggi presenti sono stati tolti e le persone parcheggiano nei divieti, oppure utilizzano le vie laterali che sono chiuse con le conseguenti difficoltà che conosciamo".

I problemi non riguardano solo le auto, ma anche i pedoni: perché una volta ritirato il piccolo o la piccola discente, il genitore deve tornare alla macchina e i marciapiedi sono quelli che sono: stretti e del tutto assenti da un certo punto in avanti, con il risultato di avere adulti e bambini sulla carreggiata mentre transitano nell'area.

Poi, ecco il grande spiazzo accanto alla scuola: un'area standard comunale definita dal Puc by Nizzi S1, cioè per "istruzione". L'area è in parte vincolata per rischio idrogeologico e pare che la cessione al Comune non sia mai stata perfezionata. Nel 2019, un incendio ha lambito le case, mentre "di solito" è una mega discarica nonché "piazza di spaccio".

"Si potrebbe fare come a Isticcadeddu, dove lo spiazzo di fronte alla scuola è stato velocemente trasformato in un'area di sosta a servzio della scuola. Basterebbe pulire l'area, livellare il terreno e saremo a posto. Non c'è da fare manuntenzione straordinaria, ma ordinaria e l'ordinario è permesso anche vincolo idrogeologico", specifica Piro.

 

In copertina: genitori e bambini sulla carreggiata durante l'orario di uscita dalla scuola primaria di Santa Maria (©Olbiapuntoit).

Politica

Politica