mercoledì, 08 dicembre 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Giudiziaria

Arzachena, morte clochard Filippo: ragazzini accusati di tortura

Chiusa l'inchiesta: 3 ragazzini nei guai

Arzachena, morte clochard Filippo: ragazzini accusati di tortura
Arzachena, morte clochard Filippo: ragazzini accusati di tortura
Olbia.it

Pubblicato il 23 ottobre 2021 alle 12:29

condividi articolo:

Arzachena. Il caso della morte di Abdellah Bequeawi, 54enne di origine marocchina, è a un punto di svolta dal punto di vista giudiziario. Tre ragazzini sono usciti dall'inchiesta, mentre per altri tre l'accusa si aggrava con la chiusura delle indagini: il reato contestato è quello di tortura.

Il caso era scoppiato pochi giorni prima di Natale, quando il corpo senza vita di Abdellah Bequeawi (che tutti chiamavano Filippo) era stato ritrovato nel parcheggio dell'Eurospin. In seguito al ritrovamento, era iniziato un turbinio di condivisioni di alcuni filmati fatti con dei cellulari in cui si vedeva il povero Filippo - che era un senzatetto seguito dai servizi sociali arzachenesi e dalle associazioni di volontariato - bullizzato con violenza. Le indagini sono partite per identificare i presunti autori e protagonisti di quei video: gli investigatori sono arrivati ad identidificare 6 giovanissimi, di cui 3 sono usciti dall'inchiesta.

La storia di Filippo, per il Comune di Arzachena, rappresentò un vero e proprio terremoto sociale: il disagio giovanile è emerso in tutta la sua cruda violenza e il Comune ha cercato immediatamente di ricorrere ai ripari. Intanto, la vicenda giudiziaria va avanti per stabilire, se presenti, le eventuali responsabilità per la morte del povero Abdellah Bequeawi. Lo riporta la Nuova oggi in edicola.