mercoledì, 06 luglio 2022

Informazione dal 1999

Sport, Sport di contatto

Olbia: quinto Dan per il maestro Efisio Mele

Grande festa al Cso

Olbia: quinto Dan per il maestro Efisio Mele
Olbia: quinto Dan per il maestro Efisio Mele
Olbia.it

Pubblicato il 18 dicembre 2021 alle 08:55

condividi articolo:

Olbia. Grandi soddisfazioni per lo sport olbiese. Un altro importante riconoscimento per il Maestro del Centro Sportivo Olbia Efisio Mele in occasione del corso di aggiornamento per tecnici del comitato regionale Sardegna ad Arborea lo scorso fine settimana.

E' arrivato, infatti, un inaspettato 5° DAN che va a chiudere un 2021 ricco di soddisfazioni judoistiche Olbiesi. Un riconoscimento che vien da lontano, coronamento (fin ad ora) di una carriera judoistica sempre da protagonista a cominciare da giovane atleta con i titoli di campione d'Italia cadetti fino ad arrivare al titolo mondiale Master a Tours nel 2006. Una vita impegnata nella promozione del judo e dei suoi principi prima da agonista, appunto, e poi come Maestro e promotore di manifestazioni sportive uniche nel panorama Olbiese e non solo.

Manifestazioni che possono vantare, nelle diverse edizioni, la presenza di 4 atleti olimpionici come Gabriel Arteaga (Sydney 2000), Francesco Faraldo (Londra 2012), Matteo Marconcini (Rio 2016) e Odette Giuffrida (Rio 2016, Tokyo 2020) oltre ad aver ospitato atleti provenienti da: Lombardia, Liguria, Piemonte, Lazio, Emilia Romagna, Campania, Sicilia, Toscana, Veneto, Svizzera, Francia, Austria, Romania, Ucraina, Moldavia, Russia, Marocco, Tunisia, Egitto, Algeria. Manifestazioni che sono certamente servite per affinare le dinamiche organizzative per eventi più importanti come, dal 2016, il Maestro Mele insieme al suo staff ha portato in Sardegna.

Tutto insieme al compagno di avventure di una vita, il Maestro Paolo Scanu (in foto con Efisio Mele), con cui ha condiviso questo ennesimo traquardo. Nel 2016 il campionato d'Europa di Kata, nel 2017 il campionato del Mondo Veterans e il campionato del Mondo Kata e recentemente il Campionato del Mondo Juniores. Gli atleti tutti e lo staff sono orgogliosi di questo riconoscimento perchè paga gli sforzi e i sacrifici di tutto quello fino ad'ora a dimostrazione del buonissimo lavoro fatto e della riuscita eccellente delle manifestazioni. Cosa sicuramente non facile per uno sport "poco mediatico" come il Judo dove i denari e la visibilità sono davvero bassi rispetto ad altri sport.