domenica, 20 giugno 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia, fondi per gli alluvionati. Pronti i soldi della Crocerossa, Giovannelli: prima chi non ha avuto nulla

Olbia, fondi per gli alluvionati. Pronti i soldi della Crocerossa, Giovannelli: prima chi non ha avuto nulla
Olbia, fondi per gli alluvionati. Pronti i soldi della Crocerossa, Giovannelli: prima chi non ha avuto nulla
Angela Galiberti

Pubblicato il 05 novembre 2014 alle 20:27

condividi articolo:

Olbia, 05 Novembre 2014 -Prima del dibattito sulla variante al Piano di Assetto Idrogeologico, il consiglio comunale di Olbia ha affrontato un altro argomento spinoso: quello dei fondi raccolti per gli alluvionati. "Con delle ricerche - ha detto il sindaco Gianni Giovannelli - riuscimmo ad individuare 109 conti correnti per l'alluvione Sardegna". Un rivolo infinito di soldi che non è arrivato del tutto ai diretti interessati. Uno di questi rivoli è quello della Croce Rossa Italiana: 5,5 milioni di euro che, a distanza di un anno dall'alluvione, non sono stati ancora consegnati. Un mese fa, la CRI ha firmato un protocollo di Intesa con la Regione Sardegna per questi importanti fondi. Con il protocollo, si è deciso che i 5,5 milioni di euro verranno distribuiti tramite un bando che individua i criteri di ripartizione. I fondi verranno distribuiti a queste tre categorie: parenti delle vittime, persone che hanno subìto una ordinanza di sgombero, alluvionati che hanno perso beni mobili registrati (auto, barche, etc). Il sindaco di Olbia si è espresso criticamente verso questa scelta. "Ci sono altre categorie che non sono state contemplate - ha detto Giovannelli -. E' facile gestire queste categorie, sono tutti dati già noti. Noi però ad Olbia abbiamo avuro 3000 auto alluvionate. Non possiamo pensare che siano i soldi della Croce Rossa a risolvere i problemi". In molti si chiedono perché il Comune non risarcisce direttamente gli alluvionati. Al di là della cifra importante che ci vorrebbe, ci sono altri problemi. Il primo è il patto di stabilità, il secondo è l'anticipo di cassa che il Comune ha sul groppone sin dal 18/11/13. "Al 31 Dicembre 2014 noi abbiamo anticipato come cassa 20 milioni di euro e ce ne hanno restituito solo 2 milioni - ha detto il sindaco di Olbia -. Se potessimo utilizzare i soldi che arrivano per non lasciare indietro nessuno sarebbe positivo. Abbiamo fatto una delibera di giunta. Noi interverremo dove la Croce Rossa non interviene. Abbiamo 1,9 milioni di euro. Riapriremo i termini per chi non è riuscito a compilare le schede per i rimborsi e daremo le risorse a chi non ha ricevuto nulla".