domenica, 20 giugno 2021

Informazione dal 1999

Cultura, Cinema

Olbia, due olbiesi direttori della fotografia per il regista Fabio Manuel Mulas

Livio Mudulu e Gabriele Careddu sbarcano al cinema, quello vero

Olbia, due olbiesi direttori della fotografia per il regista Fabio Manuel Mulas
Olbia, due olbiesi direttori della fotografia per il regista Fabio Manuel Mulas
Angela Galiberti

Pubblicato il 15 maggio 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Dai ghiacci dell'Islanda tra avventura e arte al cinema, quello vero: Gabriele Careddu e Livio Mudulu, noti al grande pubblico per il loro progetto Around Heart, sono stati scelti da Fabio Manuel Mulas (registra del pluripremiato Bandidos e Balentes) come direttori della fotografia del suo prossimo film “Donoria”. Per i due olbiesi si tratta di una sfida emozionante, ma anche molto complessa: “Donoria”, ambientato nella Sardegna giudicale, sarà un film con circa 1200 comparse più gli attori protagonisti. Il casting per il film, al quale possono partecipare tutti, si svolgerà questa domenica a Ozieri, presso il teatro Oriana Fallaci dalle 10 alle 20. Il tutto è stato organizzato seguendo le normative anti-Covid.

Le riprese, pandemia permettendo, dovrebbero partire a inizio 2022 e la Sardegna – con le sue bellezze e le sue tradizioni – sarà sicuramente protagonista. Come hanno fatto, però, i due olbiesi Careddu e Mudulu ad arrivare alla corte del regista Mulas? Per la verità, è stato proprio Mulas a trovare loro (grazie al progetto Around Heart) e a sceglierli come direttori della fotografia: una vera sfida che non potevano non accettare. “Per noi è la prima volta su un set cinematografico in un ruolo così importante, è una vera sfida – ha spiegato Livio Mudulu –. Sicuramente Mulas vorrà un'immagine realistica, viva, credibile della vita a quel tempo”. Una delle sfide più interessanti sarà certamente la scena del grande ballo tundu che in Donoria avrà un posto speciale: sono previste 600 comparse per questa unica scena e ogni coppia dovrà rappresentare (con l'abito tradizionale) un Comune sardo. Non si sa dove questo set verrà allestito e nemmeno come verrà girato, ma già si preannuncia come un vero e proprio record. “E' una bella sfida, perché si tratta di una cosa molto difficile”, ha aggiunto Gabriele Careddu, riferendosi a tutta la pellicola.

Mulas avrà necessità di 1200 attori non professionisti per realizzare il suo “Donoria”: circa 600 verranno scelti domenica 16 maggio a Ozieri. Un tour de force alla ricerca del sardo “giudicale” perfetto che non mancherà di stimolare, divertire e far crescere. Per i due olbiesi di Around Heart è un po' come “diventare grandi”: sono partiti, ruspanti ed energici, scoprendo le bellezze della Sardegna e poi dell'Islanda, fino a toccare il Nord Europa e l'Asia. Oggi, con questa avventura nel cinema – cinema veri, Mudulu e Careddu fanno un passo ulteriore nella loro vita professionale, toccando una materia che hanno sempre trovato affascinante, ma che non avevano mai avuto l'occasione di sperimentare veramente e in modo così vivido. “Donoria”, una volta montato, verrà presentato a Los Angeles e solo dopo approderà in Italia. Ad accompagnare il regista in questa sfida, però, non ci saranno solo Livio Mudulu e Gabriele Careddu: ci sarà anche una terza olbiese, la mitica Rosa Mazzone, la quale avrà una parte molto importante nel film. E ora, non resta che aspettare l'inizio del prossimo anno per il “Ciack, si gira!”.