Thursday, 20 June 2024

Informazione dal 1999

Cronaca, Giudiziaria

Olbia, arrestato per tentato omicidio: aveva sparato alla ex compagna incinta

L'uomo aveva provocato la morte del feto ed il grave ferimento della donna

Olbia, arrestato per tentato omicidio: aveva sparato alla ex compagna incinta
Olbia, arrestato per tentato omicidio: aveva sparato alla ex compagna incinta
Olbia.it

Pubblicato il 28 May 2024 alle 13:42

condividi articolo:

Olbia. Nei giorni scorsi personale della Squadra Mobile della Questura di Sassari ha proceduto all’arresto di un uomo di origine brasiliana, ricercato da circa un anno, ritenuto responsabile dei reati di omicidio e tentato omicidio.

Nello specifico, gli operatori della Mobile, coordinati dal Dirigente Dr. Michele Mecca e coadiuvati da quelli del Commissariato di P.S. Di Olbia, hanno avviato le ricerche di un soggetto che, nel proprio paese di origine è indagato con l'accusa di aver sparato alla ex compagna incinta con una pistola, provocandole gravissime ferite e la morte del feto. Questi si era dunque dato alla fuga facendo perdere le proprie tracce e nei suoi confronti l’Autoritá Giudiziaria brasiliana aveva emesso un Ordine di Cattura Internazionale.

La notizia che l’uomo si trovasse sull’isola aveva fatto scattare le ricerche in Provincia, concentratesi poi nel territorio gallurese in quanto, fin dai primi accertamenti, gli inquirenti avevano scoperto che il ricercato si trovava nella città di Olbia e che ivi dimorasse. Nel corso delle indagini veniva successivamente appurato che il predetto si era spostato in un’abitazione ubicata nell’agro tra la città di Olbia e Budoni, verosimilmente nell’intento di evitare contatti con le forze dell’ordine e quindi la cattura.

Pertanto, a seguito di appostamenti ed accertamenti specifici è scattato il blitz, con il rinvenimento del ricercato nell’abitato di Agrustos. Fermato, l’uomo veniva dapprima accompagnato presso gli uffici di Polizia per gli adempimenti di rito e successivamente presso il carcere di Bancali, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. E' quanto si legge in una nota stampa della Questura di Sassari.