sabato, 03 dicembre 2022

Informazione dal 1999

Cronaca, Nera

Olbia, ancora un furto nella notte: ecco l'ennesimo episodio in città

La scoperta della Polizia

Olbia, ancora un furto nella notte: ecco l'ennesimo episodio in città
Olbia, ancora un furto nella notte: ecco l'ennesimo episodio in città
Giada Muresu

Pubblicato il 06 ottobre 2022 alle 12:12

condividi articolo:

Olbia. Torniamo a parlare dei furti che si verificano in città: l'ultimo di una lunga serie è avvenuto nella notte tra il 4 e il 5 ottobre, al Malp Bar di Olbia, in via Galvani. La scoperta è stata fatta dagli agenti di Polizia durante i controlli notturni, precisamente alle 3:30: la porta dell'attività era sfondata e mancava la cassa. Così i poliziotti si sono recati dal proprietario nel cuore della notte raccontando quanto accaduto.

Ci spiega la figlia del titolare: "Sono state visionate le telecamere e si vedono bene i due uomini che si sono introdotti dalla veranda, incappucciati - uno con la mascherina, l'altro senza - e con 7 calci hanno sfondato la porta, mentre il vetro (antisfondamento) non è stato distrutto, la serratura sì. In meno di 50 secondi uno di loro è entrato, ha preso la cassa ed è andato via. Il danno in sè non è tanto: il costo della serratura che in poco tempo è stata ripristinata e la cassa con i soldi con circa 200 euro. E' già stata fatta la denuncia dai carabinieri".

"Le due persone sono ben note alle forze dell'ordine ma sembra che se non vengono "colte in flagranza di reato" non si possa fare nulla. In 41 anni di vità dell'attività non è mai successa una cosa del genere. Al di là del fatto che entrano in casa tua, quello che dà veramente fastidio è che non vengono arrestati, che sono liberi di circolare e commettere altri furti. E' assurdo e fa rabbia, soprattutto se si tiene conto che le persone (così come i miei genitori e mio fratello) fanno tanti sacrifici quotidiani, in questo periodo difficile per tutti. E' una preoccupazione del territorio proprio perchè ogni giorno avvengono furti in attività e case private, e queste persone continuano ad agire indisturbate".

Olbia.it precisa che, per questioni di privacy, i volti ed elementi riconoscibili resteranno sempre oscurati. Chi di dovere conosce le generalità, così come chi ha avuto modo di visionare le proprie telecamere.