lunedì, 28 novembre 2022

Informazione dal 1999

Sport, Motori

La Mercedes per la F1 2022: ambizioni e novità

Conto alla rovescia per il campionato mondiale

La Mercedes per la F1 2022: ambizioni e novità
La Mercedes per la F1 2022: ambizioni e novità
Olbia.it

Pubblicato il 17 febbraio 2022 alle 19:00

condividi articolo:

Cagliari. Dopo sette anni di successi, è arrivata una grande delusione proprio all’ultima gara del campionato 2021, con qualche strascico polemico, che tuttavia non ha impedito allo squadrone Mercedes di riprendersi rapidamente e ripartire più agguerrito che mai alla preparazione del campionato 2022. Ora tutti si aspettano che gli errori di strategia e progettazione in cui è incorso il team vengano superati e corretti, senza incidere negativamente sulle macchine in sviluppo. Per questo è moltissima la curiosità per la presentazione del modello W13 il 18 febbraio, che scenderà poi in pista a Montmelò dal 23 al 25 dello stesso mese.

Hamilton ha confermato la sua partecipazione al prossimo campionato in Mercedes, mirando a battere tutti i record di vittorie e pole. Il pilota assolutamente insostituibile vede tuttavia avvicinarsi l’età del ritiro, avendo ormai compiuto 37 anni, quindi la scuderia si sta preparando all’avvicendamento con un degno successore.

Grazie a una provvidenziale sostituzione dello stesso Hamilton al Gran Premio del Bahrain del 2019 George Russell, che all’epoca ben impressionò, affiancherà Lewis, dopo aver fatto gavetta per tre anni in Williams.

Il telaio della Mercedes 2022

Una prima variazione nel progetto arriva proprio dal telaio, che sovverte la tradizione, con James Allison e i suoi tecnici che hanno optato per un passo lungo quasi al limite delle misure ammesse (3460mm su 3600mm). In questo modo, la vettura dovrebbe essere più reattiva in curva, nei cambi di direzione e potrà essere alleggerita . I progettisti dovranno prestare attenzione alla riduzione dei diffusori che si renderà necessaria e che provocherà una perdita di carico aerodinamico. Mercedes viene data come favorita sui siti di scommesse sportive come spiegato anche da Daniel Sinigaglia, editore di Bonusfinder Italia.

Il motore della Mercedes 2022

Affidabilità e potenza sono state le doti caratteristiche che hanno portato ai tanti successi degli ultimi 7 anni, ma già dall’anno scorso si sono visti i primi segnali di cedimento, con la sostituzione di ben 10 power unit complessive tra le due vetture di Bottas e Hamilton.

Dovranno essere compiuti molti sforzi per ristabilire l’affidabilità, oltre a  recuperare cavalli. Si stanno spingendo all'estremo anche le forme e le dimensioni di elementi fondamentali, quali i radiatori e altri accessori.

Grande sorpresa per tre giovanissimi appassionati di ingegneria in visita a Brackley alla Factory Mercedes, dove Hamilton, sotto mentite spoglie e truccato per non farsi riconoscere, li ha accolti e accompagnati. L'evento nato da un’iniziativa del settore servizi finanziari di UBS ha dato occasione al campione inglese per affermare che l'obiettivo del team, oltre alle vittorie sportive, è innovare e aprire prospettive alle nuove leve di ingegneri, dimostrando loro che “tutto è possibile”.

La squadra della Mercedes 2022

Punto di forza della squadra è stata anche la capacità di sostituire grandi personaggi con altre figure, mantenendo sempre un altissimo livello dei singoli e del gruppo. La scomparsa di Niky Lauda è stata una perdita per tutti noi, mentre altri come Aldo Costa, Andy Cowell e Ross Brawn hanno solo cambiato casacca, ma chi li ha sostituiti non li ha fatti rimpiangere aggiungendo valore al gruppo, come nel caso di Mike Eliot e James Allison.

Nemmeno i mutati equilibri azionari hanno creato problemi, pur nella paritetica distribuzione tra Ineos, Toto Wolf e Stoccarda.

I piloti della Mercedes 2022

Le qualità innegabili ed eccezionali del quasi quarantenne Lewis Hamilton porteranno a rinnovare il duello con Max Verstappen, al netto della qualità delle macchine, offrendo a tutti noi un altro campionato avvincente come non ne gustavamo da tempo. Forse il suo avversario vero sarà la seconda guida George Russel, venuto a sostituire un “non pervenuto” Bottas, giovanissimo e di grandi ambizioni.

Ci aspettano duelli anche fratricidi in un campionato dove il desiderio di rivincita di Hamilton e la voglia di conferme di Verstappen saranno portati al limite.