sabato, 03 dicembre 2022

Informazione dal 1999

Economia, News

Generatore o un gruppo elettrogeno? Cosa è più efficiente

Ecco le differenze

Generatore o un gruppo elettrogeno? Cosa è più efficiente
Generatore o un gruppo elettrogeno? Cosa è più efficiente
Olbia.it

Pubblicato il 26 settembre 2022 alle 14:17

condividi articolo:

Cosa è più efficiente, un generatore o un gruppo elettrogeno?

L’accesso all’elettricità è una delle condizioni necessarie, se non imprescindibili, per effettuare una moltitudine di operazioni. Capita spesso di dover utilizzare un’attrezzatura o uno strumento ma di non avere accesso alla rete elettrica. 

Le casistiche possono essere le più disparate: lavorare in una zona remota oppure in cui la rete è compromessa o più semplicemente un evento all’aperto in cui si ha bisogno di elettricità.

Quando non si ha accesso alla rete si rende necessario l’impiego di generatori di corrente o gruppi elettrogeni.

Queste attrezzature hanno lo scopo di generare energia elettrica per poter alimentare impianti industriali, strumenti come gli elettroutensili o altre attrezzature come le betoniere. 

Seppure il funzionamento sia il medesimo è importante sottolineare la differenza tra generatori di corrente e gruppi elettrogeni. I generatori sono infatti attrezzature compatte, semplici da trasportare, che possono produrre una quantità limitata di elettricità. I gruppi elettrogeni sono invece la versione ben più grande e ingombrante, ma capace di generare potenze ben superiori rispetto ai generatori.

Il funzionamento di entrambe le attrezzature prevede l’azione di due elementi: motore termico e inverter. Ciò che aziona il motore termico del generatore è il combustibile, generalmente diesel o benzina, che permette di avviare il momento rotatorio mentre l’inverter trasforma il moto in corrente elettrica, che può essere continua o alternata a seconda dei modelli.

È estremamente difficile dire se sia più efficiente un generatore o un gruppo elettrogeno poiché questa valutazione va fatta in funzione delle specifiche necessità.

Va detto che a noleggio si trovano diversi tipi di generatori di corrente, ognuno con le proprie caratteristiche, impieghi e destinazioni.

I generatori di corrente sono attrezzature compatte e si classificano in base alla potenza che possono generare. I generatori più piccoli possono generare infatti da 1 a 5 Kw mentre i modelli intermedi sono in grado di generare fino a 15 Kw di potenza. Chiudono la categoria i gruppi elettrogeni, più potenti dei precedenti, che possono generare fino ad 800 Kw di potenza.

Un generatore di corrente può essere impiegato in molteplici settori come edilizia, cantieristica oppure nella manutenzione del verde, senza dimenticare il ramo degli eventi in cui vengono spesso utilizzati per alimentare strutture ed impianti.

Ciò che caratterizza i generatori sono le dimensioni compatte che ne permettono un trasporto agevole con qualsiasi mezzo, un altrettanto semplice posizionamento sul punto di lavoro ed un ridotto consumo di combustibile

I gruppi elettrogeni sono invece attrezzature più grandi ed ingombranti, dato che devono generare una potenza ben maggiore rispetto ai generatori di corrente. Trasporto e posizionamento devono essere effettuati con macchinari idonei come camion o, se necessario, sollevatori telescopici.

I settori di maggior impiego per i gruppi elettrogeni sono l’industria e la sanità. In entrambi i casi vi sono impianti e strumentazioni che necessitano di alimentazione costante e la presenza di un gruppo elettrogeno come fonte ausiliaria può ovviare ad eventuali cali di tensione o interruzione della rete.

Le due attrezzature si diversificano infine per la loro frequenza di utilizzo. Un generatore di corrente è concepito per un utilizzo sporadico e non intensivo mentre un gruppo elettrogeno prevede un impiego continuo ed intensivo, anche perché viene utilizzato come alimentazione ausiliaria di impianti e strumentazioni.

Date le diverse caratteristiche e applicazioni di queste attrezzature è fondamentale scegliere bene tra gruppo elettrogeno o generatore di corrente ed in secondo luogo quale modello soddisfa le proprie esigenze. 

Va prima di tutto considerata la potenza necessaria per alimentare attrezzature, impianti o strumenti che si collegheranno al generatore. 

In questo caso devono essere valutati sia lo spunto che il picco ovvero la potenza necessaria ad avviare i dispositivi collegati ed il massimo della potenza che il generatore può produrre per farle funzionare.

Solo dopo un’attenta valutazione di questi due elementi si potrà scegliere il modello adatto alle proprie esigenze così che sia quanto più efficiente possibile.

Dato che generatori di corrente e gruppi elettrogeni vengono impiegati in moltissimi settori, e devono alimentare più di un utensile oppure un intero impianto, è importante disporre di un’attrezzatura professionale; la soluzione migliore è in questo caso ricorrere al noleggio.

Così facendo si potrà affidarsi ad un professionista che potrà supportare il cliente nella scelta del modello di generatore più adatto alle proprie esigenze, ed affiancarlo durante tutto il periodo di noleggio.