sabato, 25 settembre 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Cannigione: ecco la nuova sezione della Capitaneria

Un nuovo presidio in Gallura

Cannigione: ecco la nuova sezione della Capitaneria
Cannigione: ecco la nuova sezione della Capitaneria
Olbia.it

Pubblicato il 02 luglio 2021 alle 16:42

condividi articolo:

Arzachena. Questa mattina, alle 11, nella torretta del porto turistico di Cannigione, è stata presentata la nuova sezione della Capitaneria di porto - Guardia Costiera di La Maddalena. La presentazione è avvenuta alla presenza del direttore marittimo del Nord Sardegna, Capitano di Vascello Giovanni Canu, del comandante della Capitaneria di Porto di La Maddalena, Capitano di Fregata Gabriele Bonaguidi, del Procuratore della Repubblica, Gregorio Capasso, dell’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Aldo Salaris, del direttore generale dell’assessorato ai Lavori Pubblici, Piero Dau, del sindaco del Comune di Arzachena, Roberto Ragnedda, del delegato al Demanio comunale, Alessandro Careddu. La sezione di Cannigione sarà operativa per tutta l’estate a tutela di bagnanti e diportisti sotto la guida del Capo 2^ Classe Cristiano Soriga. “Con la consegna della sede e degli spazi portuali dalla Regione alla Capitaneria, Arzachena e il borgo di Cannigione segnano un passo avanti importante in vista del completamento dei lavori al porto turistico avviati quasi 15 anni fa - racconta il sindaco Roberto Ragnedda -. L’obiettivo dell’Amministrazione comunale è quello di trasformare questa sezione estiva in un presidio permanente a tutela di persone e natanti lungo un tratto importante della costa Arzachenese, da Capo Ferro sino al golfo delle Saline, per 365 giorni l’anno a sostegno del comparto della nautica e del turismo”. Su iniziativa del delegato al Demanio, Alessandro Careddu, che ha coordinato i rapporti con la Capitaneria in questi mesi, gli uffici della nuova sezione sono stati abbelliti in collaborazione con l’Accademia Arte Arzachena - Arti figurative diretta da Iana Chiodino. 16 allievi del corso Discipline pittoriche hanno realizzato e donato 30 quadri raffiguranti il tema marino e le attività della Guardia Costiera utilizzando varie tecniche, che vanno dalla rappresentazione più reale del soggetto fino all’utilizzo di tecniche astratte. “La presenza della Capitaneria è un’esigenza necessaria per garantire la sicurezza in un porto diventato così importante per volumi e traffico, con mille posti barca solo su Cannigione, senza contare altri mille sparsi in pontili e piccoli approdi lungo l’intero golfo - spiega il delegato Alessandro Careddu -. La sezione costituisce un valore aggiunto per la destinazione e sarà punto di riferimento per il disbrigo di numerose pratiche, riducendo i disagi delle trasferte a La Maddalena per gli utenti. In aggiunta, l’intervento finale dell’Accademia ha dato un tocco di freschezza e accoglienza agli interni dell’edificio. In futuro, potrebbe essere anche organizzata una visita guidata per mostrare al pubblico la collezione di opere realizzate come omaggio alla Guardia Costiera”. Da oggi, nella sede di Cannigione saranno operativi due militari che si avvarranno anche dell’ausilio del personale e dei mezzi della Capitaneria di porto - Guardia Costiera di La Maddalena per lo svolgimento delle attività. Per emergenze in mare il numero da chiamare è il 1530.