sabato, 03 dicembre 2022

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Avis Olbia e Diocesi Tempio-Ampurias: nasce "Donare è amare"

Gli eventi in programma

Avis Olbia e Diocesi Tempio-Ampurias: nasce
Avis Olbia e Diocesi Tempio-Ampurias: nasce
Olbia.it

Pubblicato il 05 ottobre 2022 alle 18:41

condividi articolo:

Olbia. L’AVISOLBIA e la Diocesi di Tempio Ampurias hanno siglato uno “storico” accordo per un progetto che prevede il coinvolgimento della Chiesa nell’azione di promozione, sensibilizzazione e raccolta di sangue. Nella sede dell’episcopato di Tempio, sua Eccellenza Mons. Sanguinetti, il presidente dell’AVISOLBIA Gavino Murrighile, il presidente onorario Agostino Chiaffitella, unitamente ad altri membri del direttivo Olbiese, hanno predisposto il progetto “DONARE E’ AMARE”.

In concreto: la Chiesa Cattolica scende in campo, a fianco di AVISOLBIA, per fronteggiare l’emergenza drammatica di sangue e lo fa in modo concreto e pragmatico. Il Vescovo oltre a dare la sua benedizione al progetto di solidarietà ha comunicato a tutti i sacerdoti della diocesi di adoperarsi per favorire la raccolta di sangue, a mezzo auto-emoteca, nel sagrato delle rispettive parrocchie e fare azione concreta di sensibilizzazione presso i fedeli, sia dall’altare che autorizzandoli a divulgare materiale informativo delle specifiche iniziative.
A breve provvederemo a stilare un calendario delle donazioni e di volta in volta verranno coinvolte le singole parrocchie.

Scrive Sanguinetti ai sacerdoti: "Mi è sembrato utile ed opportuno che come chiesa diamo il nostro contributo per una maggior sensibilizzazione dei fedeli a questo importante gesto di generosità. Tra gli avvisi alla fine della messa i sacerdoti sono invitati a sottolineare il valore cristiano e morale della donazione, da parte di chi è in condizioni di farlo".

Scrive Murrighile: “È un progetto di estrema rilevanza sia per l’importanza dell’interlocutore e spero che la nostra idea progettuale si espanda ad altri territori. Il Vescovo, da subito, ha mostrato entusiasmo al progetto proprio perché conosce a fondo l’emergenza in cui versa la sanità e la raccolta di sangue nello specifico. Una Chiesa che si adopera in modo concreto, efficiente ed efficace a favore della solidarietà e di coloro che hanno bisogno”.

Conclude Murrighile: "Il progetto “Sambene e Tribagliu” sta mietendo successi, nel senso che oltre ad aver donato i sindacati confederali, già tre aziende hanno aderito ed inoltre sono previste ad Ottobre due date importanti: il 12 e il 19, rispettivamente presso il “Dolce Vita caffè” e il “Minibar” ( Sacra famiglia) e a breve aderiranno le organizzazioni datoriali.
Ci stiamo inventando di tutto per bypassare l’immobilismo della politica e la drammaticità dello stato della salute pubblica".

Al progetto "Donare è Amare" sono coinvolte in totale 53 chiese.