Da 1020 giorni 5 ore 10 minuti 59 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Sardinia Ferries
Eventi

Percorsi di Primavera: questo weekend scopriamo Bari Sardo, Urzulei e Bortigali

Foto: Antonio Pani
DoubleTree by Hilton hotel ristorante Olbia 1400

Olbia, 16 Giugno 2016 – Questo fine settimana “Primavera in Marghine, Ogliastra e Baronia” si sposta nei paesi di Bari Sardo, Bortigali e Urzulei. Bari Sardo è un piccolo paese della costa orientale della Sardegna. Il suo territorio, ricco dei colori e dei profumi tipici della macchia mediterranea, è ancora in gran parte incontaminato. La costa incantevole di Bari Sardo è caratterizzata da un mare dalle acque limpide e cristalline, morivo per cui da diversi anni il Comune è stato premiato più volte con ma “Bandiera Blu”. Il vero simbolo del borgo è la sua splendida Torre Spagnola che, per bellezza ed imponenza, domina l’intera zona costiera. La regione è costituita dagli Altopiani basaltici di Teccu e Su Crastu, dalle dolci e verdi colline di Su Pranu e Pizzu’e Monti e dalle piane alluvionali di Pranargia e Goleri. Il territorio vanta la presenza di un ricchissimo patrimonio archeologico risalente si al periono nuragico che prenuragico. I deliziosi dolci tipici del paese sono: Pabassinas, Panisceddas, Bianchinus, Pani Acconciu, Amarettus, Gattou, Pardulas. Nei forni a legna dei panifici o delle case private vengono ancora preparati come un tempo, su pani pintau e su pistoccu. Bortigali è un comune nella provincia di Nuoro, collocato ad anfiteatro ai piedi del monte Santu Padre, nella regione storica del Marghine. Le bellezze di questo piccolo centro possono  essere scoperte attraverso percorsi ed itinerari: Il Sentiero Natura che dal paese conduce a Mulargia, permette di visitare anche i più significativi monumenti archeologici, mentre il Sentiero Bortigali – Santu Padre offre ai visitatori uno straordinario paesaggio che abbraccia buona parte della Sardegna centrale e sud-occidentale, dai monti del Gennargentu a quelli del Sulcis, dalle colline del Logudoro sino a quelli delle Baronie, sino al mare di Oristano e Bosa. In queste pareti rocciose è possibile assistere al volo dei grifoni e, da alcuni anni, il Monte Santu Padre è una delle basi più ricercate dagli appassionati di parapendio. Il centro storico di Bortigali è caratterizzato dalle strette stradine pavimentate col caratteristico Impedradu e dalle vecchie architetture rurali ornate da portali tardo-gotici “catalano-aragonesi”. Particolarmente importante è la preparazione casearia, alcuni formaggi tipici e rinomati sono il caciocavallo o Casizolu, il provolone, sa fresca’e attunzu. Urzulei, tra le Blue Zone del mondo, rientra tra i paesi con più centenari della Sardegna. L’elisir di lunga vita è da ricercare nello stile di vita e nelle materie prime di eccellente qualità del territorio. La longevità è testimoniata anche dai tassi millenari del Supramonte e dalla vite selvatica millenaria. In questi luoghi è stato ritrovato uno dei bronzetti più significativi della cultura nuragica, la cosiddetta Madre dell’ucciso, attualmente esposta nel Museo Archeologico Nazionale di Cagliari. oggi questo territorio, meravigliosamente conservato e considerato tra i più selvaggi, viene apprezzato dai viaggiatori di tutto il mondo per i suoi canyon (quello Gorropu è tra i più grandi d’Europa), le grotte, i rari endemismi e la biodiversità vegetale e animale. Urzulei ha preservato la sua storia, la sua cultura ele sue antiche tradizioni che rivivono durante la manifestazione Crobes e palines: abili mani trasformano l’asfodelo in cesti per contenere grano e farina, per offrire i dolci, per portare il corredo delle spose e dei bimbi. Cesti con lavorazioni semplici per la vita quotidiana o preziosi per le grandi occasioni.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

In Alto