Monday, 20 May 2024

Informazione dal 1999

Annunci, Eventi

Olbia, alla Biblioteca Simpliciana si parla di “Informazione e disabilità”

Ecco l’incontro per un linguaggio giornalistico inclusivo e rispettoso della disabilità

Olbia, alla Biblioteca Simpliciana si parla di “Informazione e disabilità”
Olbia, alla Biblioteca Simpliciana si parla di “Informazione e disabilità”
Ilaria Del Giudice

Pubblicato il 07 April 2024 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Spesso risulta difficile parlare di disabilità e scrivere, nel contesto giornalistico, utilizzando un linguaggio inclusivo e rispettoso dell’identità e dei diritti delle persone con disabilità. Da qui l’originale ed utilissima idea di dar vita ad un incontro formativo capace di fornire le giuste indicazioni e linee guida per orientarsi in questo ambito delicato, che richiede aggiornamento costante. Il contributo del gruppo Carta di Olbia avviene nell’incontro dal titolo “Informazione e disabilità”. L’evento, organizzato da Giulia-giornaliste in collaborazione con odg.sardegna, si svolgerà l’8 aprile dalle 15:00 alle 18:00, presso la Biblioteca Simpliciana.

L’incontro si aprirà con i saluti istituzionali della Vice Sindaca Sabrina Serra e toccherà i seguenti punti:

- Norme deontologiche nella rappresentazione mediatica delle persone con disabilità;

-L’impegno e le proposte del Gruppo Carta di Olbia 2019/2024; - Le parole per dirlo: essere persone con disabilità attraverso lo sguardo degli altri;

-La rappresentazione delle persone con disabilità nei titoli dei giornali;

-La narrazione della figura del caregiver nei media.

Interverranno all’incontro: Francesco Birocchi, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti Sardegna; Susi Ronchi, coordinatrice di Giulia giornaliste Sardegna; Francesca Arcadu, Consigliera di UILDM – Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare – sez. Sassari, Giulia giornaliste Sardegna; Caterina De Roberto, vice coordinatrice di Giulia giornaliste Sardegna; Veronica Asara, Presidente di Sensibilmente odv. L’incontro verrà moderato da Antonella Brianda e avrà la validità di formazione per giornalisti, conferendo 5 crediti deontologici.