domenica, 07 marzo 2021

Informazione dal 1999

Eventi, Annunci

Passione vino: ecco "Diventa vignaiolo. Adotta una botte"

Passione vino: ecco
Passione vino: ecco
Laura Scarpellini

Pubblicato il 04 ottobre 2020 alle 11:45

condividi articolo:

Dorgali, 4 ottobre 2020 – A quanto pare finalmente gli appassionati del buon vino e tutti coloro che hanno sempre sognato di cimentarsi con la produzione vinicola avranno l'opportunità anche in Sardegna di vivere questa bellissima esperienza.

Chi ha sempre desiderato di produrre del vino, ma non ha una campagna propria vivendo per esempio in una grande città, o chi vuole approfondire le conoscenze enologiche per un domani da produttore, ha una nuova possibilità. Parte da Dorgali il nuovo progetto “Diventa vignaiolo. Adotta una botte!”.

È questo il nome dell'iniziativa già messa in campo in altri ambiti, che è stata accolta in Sardegna anche dalla Cantina Berritta. L’obiettivo è quello di realizzare il sogno di appassionati, ristoratori e wine lovers in generale che hanno sempre desiderato di poter dare vita ad una personale etichetta.

La Cantina Berritta, a partire dall’attuale annata enologica in lavorazione, metterà a disposizione tre barrique da 225 litri, dalla quali nasceranno 300 bottiglie di Cannonau ciascuna, realizzate interamente con tecniche sostenibili, nel totale rispetto dell'ambiente e con la certificazione biologica in etichetta.

Il divertimento di chi adotterà la botte inizia adesso, una volta terminata la vendemmia. Le uve vengono infatti trasferite nelle vasche ed inizia così il processo di vinificazione e affinamento. I nuovi “genitori” della botte di Cannonau potranno decidere quanto tempo il vino permarrà in Cantina, determinando così la tipologia di vino che si vorrà ottenere, così come potranno seguire le varie fasi della lavorazione e prendere importanti decisioni che plasmeranno il carattere delle proprie bottiglie.

Tutto ovviamente con la supervisione e la consulenza della Cantina Berritta, che accompagnerà il processo dalla nascita sino all’imbottigliamento, con visite in Cantina o anche con aggiornamenti a distanza con video, foto o anche una semplice telefonata. E chi non vorrà impegnarsi con una botta intera, potrà anche optare per richiedere l'adozione di una parte.

«Ci sono tanti motivi per lasciarsi andare alla passione per il vino – spiega Antonio Berritta,vignerone fondatore della Cantina – quello per la campagna e la coltivazione della terra e della vite è un amore che ha sempre accompagnato la mia vita, fin da bambino e oggi, da diversi anni e insieme con tutta la famiglia, prosegue in modo professionale con la Cantina Berritta. Da quest’anno abbiamo quindi deciso di mettere a disposizione di tutti la possibilità di entrare in questo modo e poterlo vedere da molto vicino e permettere a tutti di arrivare alla soddisfazione di vedere nascere le proprie bottiglie. Nasce con questo spirito il progetto “Adotta una botte”, per divulgare la passione del vino a quante più persone possibili».

La Cantina Berritta produce i suoi vini tramite metodi di coltivazione tradizionali. Per maggiori informazioni, richieste e commenti è possibile visitare il sito web www.cantinaberritta.it e i principali canali social. Per informazioni dirette sul progetto “Diventa vignaiolo. Adotta una botte”, si può scrivere a [email protected]

Ancora una volta quindi pronti ad alzare i calici per un brindisi. Stavolta di certo con un pizzico di soddisfazione in più!