mercoledì, 14 aprile 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Olbia, via Redipuglia: il punto sul cantiere

Cosa c'è, cosa manca, cosa si intuisce

Olbia, via Redipuglia: il punto sul cantiere
Olbia, via Redipuglia: il punto sul cantiere
Angela Galiberti

Pubblicato il 07 marzo 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Prima a rilento, poi tour de force: il cantiere di via Redipuglia è il più osservato della città ormai da due anni. Le aspettative degli olbiesi sono altissime: i cittadini e le cittadine non vedono l'ora di vedere l'opera completata – anche perché il progetto in via di realizzazione non è quello proposto dal Comune di Olbia (e che si trova online), ma è quello della ditta vincitrice, vale a dire il Consorzio Stabile Sinergica. 

La nuova via Redipuglia prende vita giorno dopo giorno e giorno dopo giorno gli olbiesi provano a immaginare come sarà in base a come si muovono gli operai. Stando alle dichiarazioni del sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, non manca molto alla fine del cantiere: pare che l'inaugurazione sia stata fissata per Pasqua o giù di lì, per cui tra poche settimane, gli olbiesi potranno riprendere possesso del loro lungomare.

Come sarà? Ciò che possiamo intuire dal cantiere in itinere è che ci saranno dei marciapiedi molto larghi, una strada molto stretta (che dovrebbe aiutare a limitare la velocità delle auto), una pista ciclabile (che ancora non è stata fatta, ma si intuisce il suo tracciato), una piazza “Solarium” in stile “Piazza Nassirya”. Questi gli elementi più riconoscibili.

Al momento gli operai stanno lavorando ai marciapiedi in sanpietrino all'inizio della strada (dalla parte di Gottardi, per capirci). Non è chiaro come sarà la parte centrale: da progetto comunale dovrebbe essere con un'area verde, ma al momento la sua struttura è impossibile da compredere: bisogna aspettare ancora.

Se i vecchi carrubi della piazza ancora non si sono palesati (Nizzi - qua l'articolo - nel 2019 asseriva che sarebbero tornati in Piazza Crispi),  non dovrebbero essere toccati gli alberi davanti a via San Francesco; altri alberi verranno piantumati nelle aiuole predisposte in queste settimane. Nella parte più vicina a via Regina Elena sono già stati piantati degli alberi di agrumi, dalla parte di via Redipuglia vi sono oleandri e lecci alternati. Al momento sono alberi molto piccoli, per cui ombra non ce ne sarà nemmeno a pagarla oro per un po' di anni: preparatevi a fare passeggiate solo al mattino e alla sera, almeno d'estate. Questo è al momento l'unico verde presente: come sarà sistemato il verde pubblico nella totalità dell'opera si capirà solo tra qualche settimana. Attendiamo fiduciosi.