martedì, 07 dicembre 2021

Informazione dal 1999

Cultura, Arte e Spettacolo

Olbia, torna Storie di un Attimo con un'esclusiva mostra su San Patrignano

Dieci anni di cultura: mostre, incontri e mercato

Olbia, torna Storie di un Attimo con un'esclusiva mostra su San Patrignano
Olbia, torna Storie di un Attimo con un'esclusiva mostra su San Patrignano
Olbia.it

Pubblicato il 12 novembre 2021 alle 15:02

condividi articolo:

Olbia. Una decima edizione intensa, piena di spunti di riflessione e non scevra da esclusive: Storie di Attimo - il festival popolare della fotografia - torna con un calendario fitto di mostre e appuntamenti a partire dal 20 novembre.

Quest'anno sono ben 12 le mostre che potranno essere ammirate a Olbia: un vero e proprio percorso nell'anima della fotografia e della storia con una grande esclusiva nazionale, ovvero gli scatti dell'unico fotogiornalista sardo mai entrato a San Patrignano. Si tratta del reporter dell'Unione Sarda Antonio Satta che è riuscito a immortalare con il suo obiettivo gli anni d'oro della comunità più nota e discussa d'Italia. Interessantissimi gli incontri organizzati dagli Argonauti di Marco Navone: il pole position il grandissimo Ugo Panella, uno dei più iportanti fotoreporter italiano che racconterà la sua esperienza in Afghanistan, un tema di strettissima attualità. Non mancherà nemmeno la mostra mercato.

Qui sotto il programma completo.

Le mostre

  • Aequilibrium Erminia Tanda, via Cavour 43 società dello stucco, si tratta di una interessante ricerca sull’equilibrio dei corpi che l’autrice ha realizzato in collaborazione con una compagnia di ballerini professionisti. Erminia Tanda è una fotografa di Oristano che ha gia mostrato i suoi lavori in varie mostre, singole e collettive, da rimarcare A Banda di Villaverde
  • Alida Valli, la signora del cinema italiano, museo archeologico, si tratta di un omaggio alla grande attrice italiana attraverso gli scatti di numerosi fotografi di scena e no. La mostra è stata resa possibile grazie alla collaborazione col centro cinema città di Cesena
  • Fellini 81/2 negli inediti di Paul Ronald museo archeologico, un repertorio raro e imperdibile di scatti del grande Paul Ronald sul set di uno dei film più iconici del maestro riminese. Sono presenti molti scatti a colori, allora non richiesti ai fotografi di scena e realizzati da Ronald per una sua ricerca personale; le immagini provengono dal fondo Maraldi.
  • Giacomo Altamira, Periferie, museo archeologico, uno spaccato di periferia, tra degrado e complicata integrazione fra diversi gruppi etnici, che soprattutto nel periodo estivo invadono la città di Olbia.
  • Cristian Mapura, sguardi dalla savana museo archeologico, è un bel reportage su un habitat naturale nel quale gli animali selvatici sono i veri protagonisti.
  • Antonio Satta, SanPa museo archeologico, grande reportage del fotografo olbiese, realizzato negli anni d’oro della comunità terapeutica di San Patrignano gestita da Vincenzo Muccioli. Le fotografie raccontano dall’interno la vita quotidiana e il lavoro; le immagini furono protagonista di un importante servizio su Epoca e ritornano di grande attualità dopo la realizzazione della serie netflix e dei tanti libri usciti sull’argomento negli ultimi anni.
  • Ugo Panella In direzione ostinata e contraria museo archeologico. Ugo Panella è uno dei più importanti fotoreporter italiani, impegnato su diversi fronti e particolarmente esperto della storia e delle vicende Afghane che ha rappresentato in maniera straordinaria nei suoi reportage. A Olbia porta un reportage forte quanto significativo su un cronicario per malati psichiatrici, con delle immagini che colpiscono e fanno riflettere. Panella sarà anche protagonista di un incontro pubblico che si terrà il 21 novembre presso il Politecnico Argonauti.
  • Livio Senigalliesi Dimenticati, museo archeologico. Altro grande interprete del fotoreportage internazionale, fotografo di guerra, Senigalliesi sarà ad Olbia con un reportage su due comunità che lui definisce dimenticate, i minatori del Sulcis e le popolazioni della Polesia, una vasta area paludosa mai esplorata da giornalisti e che ebbero l’ultimo contatto con popolazioni esterne durante la seconda guerra mondiale con l’esercito tedesco.
  • Salvatore Novellu La comunità ortodossa in Sardegna museo archeologico. Affermato fotografo nuorese, Novellu esplora la comunità ortodossa di Cagliari con i suoi riti e le sue gestualità.
  • Sandra Giammarruto, Caught in the net museo archeologico. Giovane fotografa sperimentale, Sandra Giammaruto nel 2021 chiede a uomini, donne e bambini di infilarsi sotto una rete.Vuole cosi evidenziare aspetti della vita, situazioni, da lei stessa messi in discussione e sui quali indaga.
  • Andrea Mignogna, Love Bunker. Si tratta di un lavoro sperimentale, tra sogno e realtà, sul nido d’amore di Michelangelo Antonioni realizzato sulla costa nord orientale della Sardegna.
  • Salvatore Ligios, Bello è morire per la patria, paesaggi e identità, spazio Arst, Salvatore Ligios, uno dei più importanti fotografi e sperimentatori dell’isola ci stupisce ancora con un lavoro realizzato con enormi formati, sul parallelo fra il paesaggio sardo e quello della grande guerra dove tanti giovani isolani persero la vita.

Presentazioni

26/11/2021, h 18:30 Olbia, Politecnico Argonauti, presentazione del volume Vent’anni di fotografia in Sardegna, l’esperienza di Su Palatu, 2000- 2020, introduce Salvatore Ligios, autore e curatore dell’opera, che testimonia un impegno rispetto alla divulgazione fotografica che non ha eguali in Sardegna.

4/12/2021 Olbia, Politecnico Argonauti, h 18:00, presentazione del volume Gift, vasi comunicanti, fotografie di Serena Carta, introducono Eugenia Tognotti e Francesco Cito. Serena Carta partecipò ad una delle prime edizioni di Storie di un Attimo con un reportage sulla donazione legata ai pazienti talassemici, un dono fondamentale per la vita. Dal quel lavoro l’associazione Argonauti ha realizzato un volume con testi, fra gli altri, di Eugenia Tognotti e Marcello Fois. A introdurlo, oltre alla studiosa olbiese il grande fotoreporter Fancesco Cito.

Incontri

21/11/2021, Ugo Panella fotografo. Panella, grande fotoreporter italiano, e autore della mostra esposta nel festival, racconterà la sua esperienza in Afghanistan, territorio da lui fotografato in diverse occasioni e in diversi anni. Sarà l’occasione per confrontarsi con un importante esponente del fotogiornalismo internazionale.

 

Proiezioni

25/11/2021, Cinema Olbia, h 19:30 proiezione del film di Matteo Balsamo e Francesco Del Grosso, In prima linea, ingresso libero fino alla capienza della sala con green pass valido. I due registi confezionano uno straordinario documentario sui fotografi di guerra con interviste ai principali autori del genere. Prima della proiezione alcuni di loro saranno in videoconferenza col pubblico presente in sala.

 

Mostra mercato

5/12/2021, Olbia, Politecnico Argonauti, via Romana 50 h 10:00 13:30 Decima Mostra mercato di materiale fotografico usato e di antiquariato. Si tratta del tradizionale mercatino nel quale si possono trovare occasioni relative a macchine d’epoca o datate o apparecchi moderni pronti all’uso.

Orari delle mostre e location

Museo Archeologico: dal martedì al sabato 8:00 13:00 16:00 19:00

Domenica 10:00 13:00 16:30 19:30

Società dello stucco: 16:30-19:00

Lunedì chiuso

L’evento è inserito tra quelli sostenuti dal Comune di Olbia col bando Cultura 2021 dell’assessorato alla Pubblica istruzione e cultura.