domenica, 07 marzo 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Nera

Olbia, seconda aggressione al Molo Brin: aggredito un rider

Secondo episodio in poche settimane

Olbia, seconda aggressione al Molo Brin: aggredito un rider
Olbia, seconda aggressione al Molo Brin: aggredito un rider
Olbia.it

Pubblicato il 23 febbraio 2021 alle 15:28

condividi articolo:

Olbia. Una seconda aggressione, simile a quella subita dai Guardian Angels Olbia, sarebbe avvenuta due sere fa ai danni di un rider di 22 anni che si trovava al Molo Brin per lavoro. Ne dà notizia Olbianova. Il giovane, secondo quanto emerge dal suo racconto, era seduto in auto quando ad un certo punto ha sentito un colpo alla sua auto: alcuni ragazzini avevano tirato una grossa pietra contro la macchina. Il gruppo - secondo il racconto - era particolarmente numeroso: tra il giovane e i ragazzini sarebbe nata una discussione. Il 22enne ha poi chiamato i Carabinieri, che sono intervenuti sul posto in pochi minuti. La presenza dell'Arma ha però avuto l'effetto di far dileguare la "banda". Il giovane è poi tornato sul posto e, avendo l'impressione di riconoscere alcuni degli aggressori, ha pensato di filmarli con il cellulare. A questo punto, secondo il racconto del 22enne, si sarebbe verificata una seconda aggressione: il giovane in auto sarebbe stato inseguito dai ragazzini in motorino, i quali avrebbero inoltre usato il casco per colpire l'auto in movimento.

Qualche settimana fa ad essere aggrediti sono stati i Guardian Angels: i volontari dell'associazione escono di notte in cerca dei senzatetto per portar loro conforto, generi di prima necessità e offrire aiuto in caso di bisogno. Al Molo Brin, il gruppo dei Guardian ha ricevuto come “benvenuto” il lancio di una bottiglia di vetro: fortunatamente nessuno dei volontari è stato ferito.

Da tempo “sciami” di ragazzini minorenni imperversano nelle ore notturne nell'area del Molo Brin, dell'Isola Bianca e del centro storico. Giovanissimi che si muovono in gruppo e che sfidano le “regole” quasi a cercare direttamente lo scontro. Qualche settimana fa, un gruppo di questi giovanissimi ha attraversato via Principe Umberto, all'altezza del semaforo, mentre le auto transitavano: nonostante il semaforo pedonale fosse rosso, i giovanissimi si sono buttati in mezzo alla strada, rischiando di essere investiti. Fortunatamente non è successo nulla di grave.