Sunday, 14 April 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca, Politica

Olbia, riunione operatori centro storico: "vogliamo essere ascoltati e coinvolti"

Ecco i punti trattati nella sede della Confcommercio

Olbia, riunione operatori centro storico:
Olbia, riunione operatori centro storico:
Olbia.it

Pubblicato il 05 July 2023 alle 12:30

condividi articolo:

Olbia. A seguito dell’Assemblea degli operatori del Centro Storico svoltasi nella giornata del 22 giugno presso la sede di Confcommercio - si legge in una nota stampa - "la nostra Organizzazione ritiene necessario porre all’attenzione di questa Amministrazione Comunale alcuni punti fermi su cui vorremmo essere ascoltati e possibilmente coinvolti".

Prosegue la Confcommercio: "Punti fermi che riguardano i futuri progetti che l’Amministrazione Comunale dovrà mettere in atto e che riguarderanno il tessuto commerciale della città.

1) Per quanto concerne i lavori che interessano le vie commerciali della città chiediamo di essere preventivamente avvisati, in modo da poter informare gli esercenti coinvolti e mettere in atto tutte le azioni utili per fronteggiare la situazione. Chiediamo che i lavori vengano svolti in periodi di cosiddetta bassa stagione, impensabile e non accettabile che questi vengano effettuati nei mesi di Giugno -Luglio- Agosto e Settembre, dove si hanno picchi di presenze turistiche molto alte, e di conseguenza la presenza di cantieri di lavoro non rappresenta un buon biglietto da visita della nostra città. Sempre per quanto concerne gli eventuali futuri cantieri, chiediamo che non siano particolarmente invadenti soprattutto nelle dimensioni, e che prevedano per quanto possibile più turni di lavoro giornalieri in modo da abbattere i tempi di svolgimento. Per rendere i cantieri meno impattanti visivamente si potrebbe pensare a ricoprire le recinzioni con dei banner pubblicitari di aziende locali così da creare un impatto visivo ai turisti e cittadini piacevole e interessante.

2) Altro tema affrontato in Assemblea è stato quello delle modifiche ai costi dei parcheggi a pagamento. Abbiamo necessità di trovare delle soluzioni per i titolari e i dipendenti delle nostre attività, che di fatto passano buona parte della giornata negli esercizi commerciali, onde evitare un costo per molti insostenibile. Si chiede di prendere in considerazione la possibilità di rivedere le tariffe attraverso una convenzione (come è avvenuto già in passato) in modo da venire incontro anche ai clienti che verrebbero spinti a frequentare con più assiduità il Centro Storico e le vie dello shopping.

3) Infine, si è discusso di un problema che sta preoccupando non poco esercenti e residenti del Centro Storico: la microcriminalità. E più in generale la sicurezza in quell’area che tutti noi consideriamo il “salotto buono della città”. Bisogna ormai prendere atto che gli episodi criminosi che capitano sempre più frequentemente in centro non possono essere catalogati come piccoli incidenti causati da pseudo bande di ragazzini annoiati. Le segnalazioni che ci pervengono raccontano di episodi ben più gravi.

Risse spaccio e danneggiamenti sono quasi all’ordine del giorno. È necessario prendere provvedimenti urgenti. Le Forze dell’ordine con il supporto dell’Amministrazione Comunale devono intervenire urgentemente prima che la cosa degeneri. È necessario presidiare il centro con una presenza costante, soprattutto nelle ore notturne con pattuglie a piedi che controllino le varie aree e vie limitrofe con l’immediato ripristino della stazione mobile che garantiva una presenza costante e svolgeva un ruolo fondamentale come presidio del territorio", conclude la nota.