martedì, 26 ottobre 2021

Informazione dal 1999

Generale, Lettere

Olbia: la famiglia di Gavino Carta ringrazia la città per la calorosa vicinanza

Gavino Carta si è spento lo scorso 11 maggio all'età di 56 anni

Olbia: la famiglia di Gavino Carta ringrazia la città per la calorosa vicinanza
Olbia: la famiglia di Gavino Carta ringrazia la città per la calorosa vicinanza
Patrizia Anziani

Pubblicato il 18 maggio 2021 alle 20:40

condividi articolo:

Olbia. È passata una settimana dalla prematura scomparsa di Gavino Carta, il 56enne olbiese colpito da un malore il 19 marzo scorso mentre si trovava all'aeroporto Costa Smeralda di Olbia. Le sue condizioni erano apparse fin da subito gravi e, nonostante i soccorsi e il ricovero, purtroppo Gavino non ce l'ha fatta. La notizia della scomparsa di Gavino ha suscitato profonda commozione. In tanti avevano fatto tifo per lui. Gavino era molto conosciuto in città, specie nell'ambiente aeroportuale, tra tutti gli addetti dello scalo, gli assistenti di volo, i tecnici, ma anche gli autisti dell'Aspo. Gavino era anche una persona di fede, che andava ogni domenica a messa, lui non mancava mai di aiutare le persone in difficoltà, le persone anziane. Era un uomo mite, educatissimo e cortese, che aveva conquistato tante simpatie, anche tra chi non lo conosceva bene. Lo scorso 12 maggio si sono svolti i suoi funerali alla Sacra Famiglia e in tantissimi hanno voluto essere presenti per salutarlo per l'ultima volta. La sorella Rosanna con il marito Davide, arrivati da Livorno per l'estremo e dolorosissimo saluto, insieme ai fratelli Giuseppe, Mario e Angelo e alle adorate nipoti Alice e Giorgia ringraziano tutti coloro che con messaggi e caloroso affetto si sono uniti con cordoglio in questo tristissimo momento: "Volevamo calorosamente ringraziare tutte le persone che sono state molto vicine a Gavino e a noi tutti fin dal primo giorno di questa terribile disgrazia.  Sono stati momenti difficilissimi quelli che hanno visto Gavino colpito purtroppo da un infausto malore. È passata una settimana da quando Gavino non è più tra noi e non possiamo che ringraziare tutte le persone che hanno pregato e sperato per il nostro Gavino, tutti i suoi amici e il personale dell’aeroporto Costa Seralda, compresi gli autisti dell’Aspo, che hanno sempre fatto il tifo per Gavino e sostenuto moralmente anche noi, interessandosi costantemente del suo stato di salute, senza mai abbandonarci fino all’ultimo giorno".  "Volevamo ringraziare anche tutti i nostri parenti, in particolar modo Gavina Carta e Quirino Curreli che ci hanno aiutato moltissimo sostenendoci e aiutandoci passo per passo in questa triste situazione.Un profondo grazie vada anche tutto il personale medico che fin dal primo momento si è occupato di Gavino e a don Andrea Raffatellu della Parrocchia della Sacra Famiglia assieme a tutti i parrocchiani. Sperando di non dimenticare nessuno, volevamo dare un caloroso abbraccio e ringraziamento anche a tutti i parenti e gli amici che si sono stretti al nostro dolore, nell’ultimo saluto a Gavino. Grazie anche alle persone che attraverso i social hanno scritto bellissimi messaggi di affetto e articoli per Gavino in suo ricordo".