venerdì, 18 giugno 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Olbia, il BikeItalia day è un successo: un fiume di biciclette invade la pista ciclabile del nuovo lungomare

La Città di Olbia sempre più a misura degli amanti della bicicletta

Olbia, il BikeItalia day è un successo: un fiume di biciclette invade la pista ciclabile del nuovo lungomare
Olbia, il BikeItalia day è un successo: un fiume di biciclette invade la pista ciclabile del nuovo lungomare
Patrizia Anziani

Pubblicato il 03 giugno 2021 alle 15:30

condividi articolo:

Olbia. Anche la Città di Olbia ha partecipato al BikeItalia Day, la festosa pedalata che si tiene il 2 giugno per celebrare in contemporanea in tutte le città d’Italia la Giornata Mondiale della Bicicletta. L’iniziativa è stata promossa da Bikeitalia.it per festeggiare l’impatto positivo della bicicletta sulla vita delle persone con il nobile intento di invitare  le comunità alla riscoperta di questo mezzo a due ruote a basso impatto ambientale e che inoltre mantiene in salute.

La giornata ieri non era bellissima, ma questo non ha scoraggiato i ciclisti che  si sono dati appuntamento nella grande piazza di San Simplicio.  La partenza prevista - come da programma -  alle ore 18.30 ha visto un fiume di ciclisti invadere pacificamente, e in maniera ordinata, le vie della città attraversando anche la nuova pista ciclabile del lungomare intitolato a Francesco Cossiga. Un percorso urbano da via Fausto Noce fino a via Eugenio Montale di circa 10 chilometri che ha suscitato entusiasmo e grande successo.  L'evento è stato documentato con alcune foto significative da una 23enne habitual cyclist sempre attenta anche ai bisogni dei turisti e dei viaggiatori: Anastasia Burghiu, Incoming department presso una rinomata agenzia di viaggi olbiese. 

Anastasia è originaria di Chișinău  capitale della Moldavia che vanta dodici università pubbliche, undici università private, una Accademia delle Scienze di Moldavia e tante scuole di ogni ordine e grado.  Naturalizzata in Italia, Anastasia vive e lavora a Olbia mettendo a disposizione le sue indiscusse competenze nel settore.

Ieri la 23enne ha - come sempre - inforcato la sua bicicletta non per recarsi a lavoro, ma per partecipare ai primo evento di BikeItalia a Olbia.

In città gli amanti della bicicletta sono abituati ai raduni per le ciclopedalate ecologiche e il tam tam del primo raduno BikeItalia, organizzato attraverso una fitta campagna promozionale sul web, nonostante la giornata non fosse delle migliori, ha richiamato oltre 50 partecipanti.

"La bicicletta aiuta a spostarsi vivendo all'aria aperta e la pandemia da Covid-19 ha sicuramente incentivato il desiderio di vivere la vita di tutti i giorni con esperienze outdoor, all'aria aperta, che consentono di vivere momenti importanti di socialità a contatto con la natura. Quando si è in gruppo o da soli, in bicicletta, è sempre possibile mantenere le giuste distanze interpersonali - spiega la Burghiu. - Oggi questo tipo di esperienza viene richiesta anche per vivere la propria vacanza. Il noleggio della bicicletta, assieme ad altri mezzi ecosostenibili tipo il kayak da mare, risponde a questo tipo di esigenza che può essere offerta al turista". Così continua la giovane Anastasia che ben conosce i gusti e le aspettative dei vacanzieri desiderosi di conoscere la Sardegna. Ogni turista ha le sue esigenze e l'avvincente obiettivo è cercare di accontentare tutti. 

"Ci sono tanti operatori locali che ormai offrono il noleggio delle biciclette, non solo come mezzo ecosostenbile per muoversi in città, ma anche per effettuare vere escursioni guidate alla scoperta del territorio di Olbia e della natura.  Sicuramente la bicicletta fa bene alla salute e quindi non posso che invitare coloro che lo desiderano a riscoprire questo mezzo a due rouote" Così a dichiarato entusiasta Anastasia, certa che anche la Città di Olbia abbia tanto da offrire anche al comparto del turismo lento. La giornata mondiale della Bicicletta d'altronde ha questo obbiettivo, invitare tutti alla scoperta della bicicletta, perché pedalare fa bene alla salute e all'ambiente.

Si ringrazia  Anastasia Burghiu per le foto.