sabato, 23 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia, Delta Center fa più di Governo: affitti solo dopo fine emergenza

Olbia, Delta Center fa più di Governo: affitti solo dopo fine emergenza
Olbia, Delta Center fa più di Governo: affitti solo dopo fine emergenza
Olbia.it

Pubblicato il 28 marzo 2020 alle 13:59

condividi articolo:

Olbia, 28 marzo 2020 - Non solo dipendenti: ci sono anche tante aziende che hanno bisogno di un segnale e questo, a Olbia, arriva dal Delta Center di Gavino Murrighile.

Una struttura cresciuta nel tempo che ospita una moltitudine di piccole e grandi realtà che si trovano, oggi, bloccate dall'emergenza Coronavirus.

E così, un imprenditore - l'olbiese Gavino Murrighile - ha deciso di fare un passo ben più lungo di quello del governo: le locazioni commerciali, più "volgarmente" definiti come affitti, saranno dovute solo alla fine dell'emergenza e saranno dilazionate nei successivi sei mesi.

"Comunico che, per tutto il periodo della durata del DPCM, con il quale si chiudono le attività commerciali, ho deciso che i pagamenti relativi alle locazioni commerciali delle attività presenti al Delta Center, relative a tale periodo, saranno dilazionate nei successivi 6 mesi dalla fine del periodo di chiusura e/o limitazione delle attività", spiega Gavino Murrighile.

Dietro questa idea c'è innanzitutto l'etica: la riconoscenza "nei confronti di quegli imprenditori che hanno creduto e avuto fiducia nella scommessa del DELTA CENTER, già da quando nello stesso sito vi era un parcheggio e una discarica".

L'imprenditoria non è solo "guadagno",ma è anche "restituzione" quando si presentano di fronte eventi eccezionali come quelli dell'emergenza Covid-19.

"Non mi sento un eroe ad aver preso questa decisione, ma ritengo, che in momenti eccezionali come questi, servano atti concreti di solidarietà tra operatori, tendenti ad aiutare la ripresa delle attività e alla conservazione dei posti di lavoro", spiega Murrighile.

Darsi una mano è un principio di solidarietà importante: consente di mantenere in piedi il sistema. Un sistema economico fragile che può sorreggersi solo se tutti fanno la loro parte, anche con gesti come quelli di Murrighile.

C'è anche una grande iniezione di fiducia nel futuro nella decisione di questo olbiese che tende la mano a chi, oggi, è in difficoltà.

"Credo da sempre che l’aiuto alle imprese abbia un effetto moltiplicatore, perché è l’impresa che crea il lavoro ed è l’impresa che lo conserva e custodisce le chiavi del benessere nazionale. Aiutare le imprese si traduce in aiuto concreto per i lavoratori", continua.

Sta poi all'imprenditore cogliere questa incredibile opportunità.

Il Coronavirus è certamente un'emergenza globale gravissima e non mancherà di lasciare macerie sia in ambito politico che in quello economico (le stiamo già vedendo, basta osservare come si comporta l'Unione Europea).

Eppure, il Coronavirus è anche un'opportunità. Quella di riscrivere le regole del gioco, quello mettere al primo posto valori quali la riconoscenza, la solidarietà, l'umanità, il rispetto per il Creato e le sue creature, l'amore per il prossimo.

Un'occasione perfetta per ridefinire gli equilibri globali non sul denaro, ma sui valori positivi. Nessuno, del resto, potrà salvarsi da solo.