martedì, 18 gennaio 2022

Informazione dal 1999

Cronaca, Giudiziaria

Morte Davide Rossi: la versione dell'indagato

Le indagini sono ancora in corso

Morte Davide Rossi: la versione dell'indagato
Morte Davide Rossi: la versione dell'indagato
Olbia.it

Pubblicato il 28 dicembre 2021 alle 15:06

condividi articolo:

Olbia. Proseguono le indagini sulla morte di Davide Rossi: l'olbiese scomparso tra il 22 e il 23 dicembre, ritrovato senza vita in un cespuglio a lato della SS 127. Per il suo investimento è un indagato un uomo di 66 anni originario dell'Alta Gallura.

Secondo le indiscrezioni riportate dalla Nuova Sardegna in edicola oggi, il 66enne non si sarebbe reso conto di aver investito una persona: avrebbe creduto di aver di centrato una buca. Sempre secondo la Nuova, tale particolare sarebbe stato riferito sia ai colleghi appena arrivato in azienda, sia ai Carabinieri quando è stato rintracciato. Queste sono le indiscrezioni, in ogni caso l'uomo dovrà essere interrogato dagli inquirenti.

La SS 127 è la strada statale che collega Olbia all'Alta Gallura: è una strada molto buia nelle ore notturne ed è relativamente stretta, nonché densamente trafficata.

Per quanto riguarda l'autopsia, secondo i primi esami il giovane olbiese sarebbe morto sul colpo. Le ferite sono compatibili con un investimento. Saranno eseguiti ulteriori approfondimenti.

Nel frattempo è stato ritrovato l'orologio del giovane, l'unico effetto personale che ancora non era stato ritrovato: era a poca distanza dal luogo dove è stato ritrovato il corpo senza vita del giovane olbiese.

L'indagato è assistito dall'avvocato Gianmario Liscia, mentre la famiglia di Davide Rossi è assistita dagli avvocati Claudia Spano e Antonello Desini. Le indagini proseguono.