sabato, 15 maggio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Guardia di Finanza smaschera i furbetti del reddito di cittadinanza

Gli indebiti percettori dovranno rendere complessivamente 38.336 euro.

Guardia di Finanza  smaschera i furbetti del reddito di cittadinanza
Guardia di Finanza  smaschera i furbetti del reddito di cittadinanza
Olbia.it

Pubblicato il 09 marzo 2021 alle 18:40

condividi articolo:

Cagliari. Gli uomini delle Fiamme Gialle in Sardegna ultimamente hanno collaborato anche con gli uffici dell'Inps.

Eseguendo dei controlli incrociati sono state rilevate ad esempio a Cagliari 5 posizioni irregolari,  in cui veniva percepito il reddito di cittadinanza.

In altri due casi esaminati sull'Isola, il beneficiario non era in possesso della cittadinanza ialiana, facendo così decadere il contributo statale a supporto economico.

Altra irregolarità è stata riscontrata in un beneficiario adel reddito che a Cagliari  da tempo non presentando alcuna dichiarazione dei redditi, sembrava essere non occupato. In verità è risultato dai controlli delle Fiamme Gialle, che  lo stesso svolgesse con regolarità  l’attività di meccanico, andando a far decadere così la necessità di usufruire del reddido di cittadinanza.

Al limite del paradasso il caso poi di un detenuto che pur vivendo presso  la casa circondariale di Uta, ha continuato a beneficiare dell'aiuto pubblico, malgrado il suo stato ne stabilisse  la cessazione.

Altra irregolarità riscontrata dalla Guardia di Finanza in Sardegna è risultata essere l'omessa indicazione  dei propri redditi percepiti e di TFR nella dichiarazione dei redditi, da un contribuente pur di accedere al beneficio statale.

Tutti denunciati e segnalati  agli uffici di competenza dell'Inps  al fine di veder sospesa l'erogazione a loro favore del reddito di cittadinanza, con richiesta di restituzione del totale complessivo pari a 38.336 euro.