venerdì, 12 agosto 2022

Informazione dal 1999

Economia, News

Casino in Sardegna: quali i migliori?

In questo articolo vedremo nel dettaglio quali sono i migliori casinò terrestri e virtuali

Casino in Sardegna: quali i migliori?
Casino in Sardegna: quali i migliori?
Olbia.it

Pubblicato il 13 dicembre 2021 alle 09:30

condividi articolo:

Cagliari. La Sardegna è una delle terre più belle d’Italia ed, in particolare, ci sono splendide coste e mete turistiche. Molto spesso, però, le persone che arrivano sull’isola per godersi un po’ di relax, notato immediatamente una mancanza, ovvero l’assenza di casinò terrestri.

In Italia, infatti, ci sono solo quattro casinò, ovvero quello di Venezia, Saint Vincent in Valle d’Aosta, Sanremo in Liguria, Campione in Lombardia.

Nel resto del paese non ci sono casinò terrestri, ma al massimo sale dedicate esclusivamente alle slot machine. Questo perché, nonostante molti non lo sanno, il gioco d’azzardo terrestre in Italia è illegale. Quei casinò che abbiamo appena nominato, infatti, operano con una deroga speciale dallo Stato data loro per un motivo strategico.

Le strutture, infatti, si trovano tutte in zona di confine con gli altri stati europei o comunque nelle loro vicinanze, e questo non è un caso. In pratica, nonostante il primo casinò al mondo sia stato quello di Venezia, negli ultimi secoli, ed in particolare nel corso del Novecento, il gioco è stato reso illegale. Di conseguenza, tutti i giocatori italiani non avevano altra opportunità se non andare fuori dall’Italia, in uno dei famosi casinò che si possono trovare in Francia, Svizzera o Slovenia. A quel punto, quindi, il Governo intuendo che questo rappresentava un doppio danno, ovvero che i giocatori italiani spendevano il loro denaro fuori dall’Italia e che quelli stranieri non sceglievano le mete turistiche italiane per la mancanza di una casa da gioco, ha dato il permesso alle case da gioco sopracitate di poter operare.

Questo, quindi, ci fa capire il perché in Sardegna non esista una casa da gioco.

Cosa può succedere nel prossimo futuro?

Detto questo, però, visto che ormai il gioco è diventato alla portata di tutti con le piattaforme online, non possiamo sapere cosa accadrà nel prossimo futuro.

Da più parti, sia dal mondo imprenditoriale, sia dai cittadini e dalla politica, infatti, si chiede a gran voce il permesso di poter costruire un casinò per offrire un servizio in più alle centinaia di migliaia di persone che ogni anno arrivano in Sardegna nel periodo estivo. Un casinò terrestre, poi, secondo chi è a favore di questa proposta, sarebbe anche un ottimo metodo per creare occupazione ed incrementare la ricchezza dei cittadini.

Al momento, comunque, questa sembra solo un’ipotesi ma tutto potrebbe cambiare nel giro di qualche anno e anche la Sardegna potrebbe avere un suo casinò.

Casinò Online e Sardegna

Quindi, ora sappiamo che su questa isola non ci sono casinò terrestri ma solo sale in cui è possibile giocare con le slot machine. Di conseguenza, i giocatori dirottano la loro voglia di puntare alla roulette, al blackjack o in uno degli altri giochi, sui casinò online.

Inoltre, c’è da aggiungere che i giocatori sardi spendono davvero tanto in questa particolare attività. Nel 2018, infatti, secondo i dati pubblicati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ovvero l’ente che gestisce il gioco in Italia, ogni sardo ha speso oltre 1.000 euro a testa nel gioco d’azzardo. Naturalmente, parliamo di una media, ma comunque questo ci fa capire quanto il gioco sia diffuso nel paese. E nel 2019 questa cifra è andata anche crescendo.

Nel 2020, poi, i dati saranno sicuramente maggiori visto che per il gambling online è stato un anno d’oro.

Le migliori piattaforme in Sardegna

Ma quali sono le migliori piattaforme su cui hanno giocato i sardi? Dare una risposta precisa a questa domanda è abbastanza difficile perché non esistono dati precisi su questo particolare dato. Possiamo riferirci, però, ai dati nazionali che tengono conto anche dell’apporto dei giocatori in Sardegna.

  • PokerStars: è il sito dove gli italiani investono più soldi nel gioco. In generale, infatti, raccoglie circa il 10% di tutto il denaro speso in un anto. Tra i suoi punti di forza, c’è sicuramente il fatto che si tratta di una delle prime piattaforme dedicate al gioco d’azzardo online. In realtà, nasce per il poker sportivo, come si può intuire dal nome e poi si amplia con tutta la sezione dedicata ai giochi da casinò.

  • Sisal: parliamo di un brand storico in Italia anche perché nasce dieci di anni fa nel settore delle scommesse sportive. Ovviamente, poi, seguendo l’onda dei giochi da casinò ha ampliato la gamma di possibilità per i giocatori ed il successo è stato eccezionale. Basta considerare che ottiene circa il 10% del GGR italiano, ovvero il Gross Gaming Revenue, cioè il denaro speso per puntare sui giochi da casinò in Italia

  • Snai: noto per le scommesse sportive, è sicuramente un punto di riferimento per gli italiani ed anche per chi punta sui giochi da casinò online. Sul sito si trovano centinaia di slot machine online, giochi da tavola e di carte. Collabora con decine di software provider online e ottiene circa il 7,5% del denaro giocato.