mercoledì, 14 aprile 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Arzachena: ambulanza distrutta in incidente stradale

Il conducente dell'auto positivo all'alcol test

Arzachena: ambulanza distrutta in incidente stradale
Arzachena: ambulanza distrutta in incidente stradale
Olbia.it

Pubblicato il 04 marzo 2021 alle 19:05

condividi articolo:

Arzachena. E’ stata una notte davvero movimentata quella di ieri in Arzachena.

I soccorritori in servizio sull’ambulanza dell’associazione Agosto’89 si stavano dirigendo verso l’ospedale di Olbia, quando sono rimasti coinvolti in un incidente stradale all’altezza di Porto Rotondo.

A bordo erano presenti un bambino che necessitava di cure, e sua madre. Fortunatamente i passeggeri se la sono cavata con un gran spavento. L’ambulanza di nuova fornitura all’associazione, ne è uscita seriamente danneggiata dall’impatto.

I Carabinieri di Porto Rotondo sono intervenuti sul posto, sottoponendo al conducente dell’autovettura che ha provocato il tragico impatto, l’alcol test. L’esito positivo dell’esame ha indotto le Forze dell’Ordine a procedere al ritiro della patente, con sequestro dell’autovettura.

Attraverso i social il direttivo dell’associazione Agosto’89 ha voluto inoltrare un caloroso messaggio ai volontari coinvolti nell’incidente: “Vogliamo augurare una pronta guarigione ai nostri ragazzi, Paolo, Gabriele e Alessandro che questa notte hanno avuto un brutto incidente stradale durante un intervento di soccorso! Un auto poco dopo la rotatoria dell'ingresso di Olbia è uscita di strada andando a sbattere prima contro il guardrail e poi ha preso in pieno la nostra ambulanza che sopraggiungeva diretta verso l'ospedale con a bordo una giovane mamma e un bambino piccolo, loro sono rimasti illesi grazie alle imbragature della barella. Fortunatamente i nostri ragazzi non hanno avuto grosse conseguenze ma solo qualche botta e se la caveranno con una decina di giorni di prognosi. Ringraziamo i colleghi di soccorso sardo, Intervol e Croce Bianca intervenuti sul posto dell'incidente. Ringraziamo inoltre i Vigili del Fuoco di Olba, i Carabinieri di Porto Rotondo e la radiomobile di Olbia, oltre ai nostri soci che si sono subito precipitati sul posto”.