venerdì, 22 ottobre 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Giudiziaria

Vincenzo Onorato indagato insieme al figlio per bancarotta fraudolenta

Il Gruppo Moby ha espresso massima fiducia nella magistratura

Vincenzo Onorato indagato insieme al figlio per bancarotta fraudolenta
Vincenzo Onorato indagato insieme al figlio per bancarotta fraudolenta
Olbia.it

Pubblicato il 25 settembre 2021 alle 19:00

condividi articolo:

Sassari. L'armatore Vincenzo Onorato con suo figlio Achille, rispettivamente presidente e amministratore delegato del Gruppo Moby, che controlla anche la compagnia di navigazione Tirrenia, secondo quanto riportato da Repubblica e il Fatto Quotidiano sono indagati dalla Procura di Milano.  L'ipotesi di reato è bancarotta fraudolenta. La notizia è in in poco tempo rimbalzata su tutte le testate giornalistiche nazionali. Sotto i riflettori dei magistrati è finita la vicenda incardinata nella procedura di concordato di fronte al tribunale fallimentare milanese autorizzata alla Cin Tirrenia e Moby lo 5 luglio scorso. Gli agenti del Nucleo di polizia economico finanziaria della guardia di finanza di Milano da mesi stanno vagliando tutte quelle operazioni della società Moby avvenute negli ultimi anni. Dodicimilioni di euro sono il totale per il quale il pubblico ministero Roberto Fontana dovrà chiarire se quel volume di spese milionarie sia stato dirottato per scopi privati. 


In merito alle indagini sul patron del Gruppo Moby e di suo figlio la società ha rilasciato un comunicato attraverso il quale esprime massima fiducia nella magistratura: "Moby precisa che era a conoscenza di un fascicolo nel quale venivano svolte indagini, rispetto alle quali la Società, sin dal primo momento, ha offerto la più ampia collaborazione e trasparenza.  Abbiamo affidato alla magistratura la nostra versione dei fatti che riteniamo essere del tutto legittimi. Confidiamo nel lavoro della magistratura rispetto alla quale nutriamo massima fiducia e stima".