lunedì, 18 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia, Silvia Putzu: dalla passione cucito ai turbanti dal gusto retrò

Olbia, Silvia Putzu: dalla passione cucito ai turbanti dal gusto retrò
Olbia, Silvia Putzu: dalla passione cucito ai turbanti dal gusto retrò
Laura Scarpellini

Pubblicato il 06 settembre 2020 alle 21:04

condividi articolo:

Olbia, 6 settembre 2020 - La creatività femminile trova spazio e si sviluppa proprio quando la si cerca. O meglio, molto spesso si manifesta in modo provvidenziale, come è accaduto per l'eclettica olbiese Silvia Putzu.

La giovane mamma di 3 figli maschi sempre alle prese con magliette da calcio da lavare, e i compiti da far fare, ha trovato una nuova strada professionale nel mondo della creatività.

"I miei hobby sono semplici amo camminare e perdermi nella natura, e mi perdo nella fotografia, immortalando tutto quello che incontro durante le mie camminate". Così si presenta Silvia Putzu dalla spiccata sensibilità che spesso la porta in cui ciò che conta davvero sono la passione e l'amore per la vita, in ogni suo attimo e manifestazione.

Poi ecco arrivare un nuovo interesse a colmarle quei rari momenti di fermo: la passione per il cucito.

"La mia passione è nata in un momento di crisi economica e lavorativa. Il bisogno di crearsi un lavoro in questo momento storico è fondamentale, soprattutto riuscendo a conciliare il tempo da dedicare ai figli con un po' del proprio tempio libero. Sono stati proprio loro a ispirarmi. È iniziato tutto un mese e mezzo prima del Natale 2018. Forse con la magia di Natale, per trovare qualcosa sotto l'albero...Per me è stato come rinascere".

E poi è arrivato il momento del lockdown anche nella vita di Silvia Putzu che ha segnato un proseguo diverso alla sua attività.

"Il periodo del lockdown l'ho vissuto apparentemente molto tranquilla nonostante la preoccupazione del momento che stavamo, e stiamo vivendo. In questo periodo tutto era più amplificato, ma ho avuto la grande sorpresa di conoscere tramite i social persone speciali, che nonostante il periodo, acquistavano le mie creazioni. Proprio in questo periodo ho concretizzato il mio logo SiMaDa".

Nel nome di questa nuova avventura professionale c'è racchiuso tutto il suo mondo: SiMaDa sono le iniziali dei suoi tre grandi amori, i figli Simone Mattia e Daniele.
Per una donna e mamma è sempre tutto più complicato lo sappiamo bene. Riuscire a conciliare esigenze, tempi e lavoro non è mai stato facile. Tempo per gli hobby? sempre arduo ritagliarselo.

"Riesco a dedicare a questa nuova attività il giusto tempo per il momento. La maggior parte dei lavori li faccio la sera dopo cena quando gli impegni di mamma sono liberi"

Silvia Putzu ha una sua idea personale in merito alla creatività in rosa. Le donne hanno sempre una marcia in più data proprio dalla loro personalità multitasking. La creatività in Sardegna è diffusissima, ma deve farsi spazio ancora tra tante difficoltà: "Siamo delle menti libere ma poco valorizzate nel far conoscere una realtà di un settore che può davvero dare tanto. Bisogna creare eventi dove veniamo prese in considerazione noi creative e fortunatamente qualche cosa si sta muovendo. Sto conoscendo diverse promotrici della creatività se così le vogliamo definire, come ad esempio Chiara Deiana che con i suoi strepitosi Streetmarket si sta facendo promotrice del mondo creativo, al femminile".

Il turbante riportato in auge anche dalla creatività Silvia Putzu, è stato sempre un accessorio moda che ha delineato la personalità della donna, aggiungendole charme e eleganza. Ogni occasione ha il suo turbante adatto: da sera, sportivo, per una giornata in allegria, o semplicemente per sentirsi in ordine quando ormai i nostri capelli hanno perso la piega. Purtroppo è divenuto un prezioso accessorio immancabile per coloro che durante il loro percorso terapeutico si trovano a dover affrontare calvizie momentanea, o alopecia. In questo caso può rivelarsi un prezioso accessorio che sdrammatizza con stile e allegria, una fase molto delicata della vita di una donna in terapia.

"Ognuno di noi è un creativo c è chi lo scopre e lo tira fuori e chi lo tiene nascosto magari per paura - prosegue Silvia Putzu - consiglio a tutte di non aver paura e provare provare ad esprimersi attraverso il creare. Per il momento il mio primo obiettivo raggiunto sono i miei clienti, e il delizioso rapporto che si crea con loro. Ho iniziato da poco, e per il momento le inevitabili delusioni che si celano lungo il percorso professionale, devono arrivare". E con un uno dei suoi contagiosi sorrisi, Silvia Putzu esorcizza quelle che potrebbero essere le delusioni e gli incidenti di percorso.

La sua Indole è volta alla positività e al voler cogliere sempre le piccole gioie del momento.

"Si è appena concluso l'evento a Olbia di Bauli Aperti al Vicolo74 dove ho potuto Il mio prossimo appuntamento mettere in mostra le mie ultime creazioni. È stata una grande emozione nella mia Olbia avere questo corner espositivo per farmi conoscere. Ora sono già in fermento per organizzare il mio prossimo stand per la terza edizione dello Streetmarket, frutto della mente creativa di Chiara Deiana".

Certo è che Silvia Putzu di idee e creatività ne ha da vendere nella sua testa. I suoi turbanti e accessori hanno un sapore vintage di sicuro, anche se la verve e l'intraprendenza che la contraddistinguono sono tipiche della generazione che nel cambiamento. Donne creative che sanno cogliere nuove opportunità, guardando ad un domani sempre con ottimismo e fiducia.

Cronaca

Cronaca