Sunday, 16 June 2024

Informazione dal 1999

Altri Sport, Sport

Olbia, ecco Piero Degortes: una vita dedicata all’atletica

L'intervista

Olbia, ecco Piero Degortes: una vita dedicata all’atletica
Olbia, ecco Piero Degortes: una vita dedicata all’atletica
Ilaria Del Giudice

Pubblicato il 07 January 2024 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Piero Degortes, 73 anni, figura icona dell’atletica leggera olbiese, ripercorre la sua carriera sportiva iniziata fin dagli anni'70. Atleta prima, allenatore poi, dirigente oggi, è uno dei promotori e cofondatore della nuova società Academy Olbia Atetica, realtà già consolidata, dove spiccano atleti di grande rilievo in varie specialità.

Considerato un vero e proprio punto di riferimento dell'atletica gallurese, Piero si è sempre distinto per dedizione e professionalità, mettendo a disposizione la sua grande esperienza maturata in decenni di sfide sui campi di gara dell'isola ed è all'unanimità riconosciuto per il suo spessore umano, valore che egli stesso antepone anche ai risultati agonistici.

Per Piero lo sport rappresenta un’agenzia educativa, una palestra alla vita, in cui si può lavorare per costruire e migliorare la persona a 360 gradi: “Lo sport può essere fonte di educazione, in particolare l’atletica, in quanto attività individuale, che non esclude nessuno e che permette di migliorare con l’impegno costante a prescindere dal livello di partenza e di misurare i traguardi raggiunti, senza la necessità obbligatoria di vincere gare” spiega il dirigente, essendosi dedicato per anni all’allenamento degli atleti con l’intenzione di contribuire ad un miglioramento generale della società a partire dalle abitudini di vita sane dei singoli e dalla costruzione di rapporti umani basati sulla solidarietà e collaborazione reciproca proprio a partire dalla condivisione della passione comune dello sport.

Conclude Degortes: “Nonostante la nostra società sportiva sia recente, le adesioni hanno superato le aspettative. Siamo la seconda società in Sardegna per numero di tesserati (già più di 400) e questo penso sia avvenuto grazie alla nostra visione inclusiva dello sport a largo respiro, in quanto pensiamo che tutti debbano avere la possibilità di fare attività sportive. Fiore all’occhiello il nostro gruppo di mamme: proprio per non escludere nessuno, abbiamo pensato ad un corso per mamme nello stesso orario di quello in cui si allenano i bambini, così da renderlo possibile anche a loro, dati i tanti impegni che può avere una madre di famiglia. Inoltre abbiamo sempre molte gare in calendario dove i nostri atleti hanno la possibilità di mettersi in gioco. La prossima sarà quella dei campionati sardi di corsa campestre delle categorie master il 14 gennaio, che si terranno a Villacidro”.